Statale 36. A Mandello il primo autovelox, e non sarà l’unico

26 Maggio 2017 | Abbadia, Lario, Mandello

MANDELLO DEL LARIO – Posizionati i primi autovelox fissi sulla ss36, sanzioneranno chi supera i 90 chilometri orari di velocità, il nuovo limite introdotto da Anas nell’agosto scorso. La prima colonnina – lo riporta Il Giorno – è stata collocata al chilometro 60+500 in direzione nord, davanti all’area di servizio di Mandello. Dopo gli opportuni collaudi e l’adeguamento della segnaletica secondo il codice della strada, saranno montati altri tre dispositivi: due al chilometro 88 tra Piona e Trivio di Fuentes, sia in direzione nord che direzione sud e l’ultimo al chilometro 62 in direzione sud, poco prima della Madonnina nel territorio comunale di Lierna.

Gli apparecchi entreranno in funzione una volta finiti i lavori di posizionamento, tra un paio di settimane circa. “Questi autovelox – spiega il comandante della polizia stradale Mauro Livolsi – non sono messi per fare cassa, cosa che non interessa la Polstrada. Servono per aumentare la sicurezza della Superstrada 36 con un effetto deterrente a chi vuole correre. Ci sono i cartelli che indicano la presenza degli autovelox. I sistemi di controllo saranno gestiti direttamente da noi della Polizia stradale. Non saranno attivi 24 ore al giorno, stileremo un piano di attivazioni programmate. Per utilizzarli non è necessaria la presenza della pattuglia sul posto”.

L’idea è che come misura preventiva gli autovelox fissi e ben segnalati siano più efficaci di una mobile non indicata piazzata “per far cassa”, inoltre gli agenti non dovranno più curare il dispositivo mobile e questo potrebbe significare un servizio di pattuglia più presente.