ABBADIA LARIANA – Nel prato esterno dell’asilo di Abbadia Lariana nei giorni scorsi è stata installata una coloratissima casetta per bambini realizzata con i fondi inviati dalla Repubblica Ceca lo scorso anno.

“Era infatti il 9 maggio 2020: l’Italia aveva un triste record nel mondo per essere lo stato che, dopo la Cina, stava registrando il maggior numero di morti per Covid-19 e il nostro paese stava cercando faticosamente di uscire dal pesantissimo lockdown primaverile. Proprio in quella data davamo notizia che il Comune di Abbadia aveva ricevuto in dono dal Comune di Bosonohy la somma stanziata per accogliere proprio i gemelli italiani che nel 2020 avrebbero viaggiato verso la Repubblica Ceca per il consueto scambio di visita annuale” spiega il comitato gemellaggio.

“Al gesto fu data buona enfasi: la solidarietà tra comuni gemelli era riuscita a trasformarsi in un atto tangibile e al tempo stesso meraviglioso di vicinanza e solidarietà. Effettivamente l’importo, poco più di tremila euro è stato importante: senza le rette dei bambini, a casa in quarantena, e le tante spese che al contrario non potevano essere congelate, gli asili hanno visto tempi davvero difficili. L’asilo ha anche realizzato un bellissimo video per Natale in cui ringraziava il paese Ceco gemellato con Abbadia dal 2002″.

“Oggi, con la calma che un anno comunque difficile ha permesso di ristabilire, all’asilo si è trovato un modo concreto di ricordare a tutti quel bellissimo gesto: una casetta colorata con una targa che recita: grazie ai nostri gemelli di Bosonohy. La casetta permetterà ai nostri bambini di ripararsi dal sole proprio come l’aiuto dei gemelli ha permesso di mettere almeno temporaneamente al riparo l’asilo dallo “tsunami” provocato dal virus.

“Ora, il Comitato Gemellaggi non conosce ancora una data in cui si potranno riprendere i viaggi e gli scambi che così tante belle esperienze hanno dato ai ragazzi e alle famiglie di Abbadia, ma sicuramente le comunità di Bosonohy, Gensac La Pallue con Abbadia Lariana hanno creato un legame tra le loro comunità più forte di qualsiasi ostacolo. Il 9 maggio è la festa dell’Europa: non potremmo scegliere una data migliore per dare testimonianza di quanto può essere davvero unita e solidale l’Europa” conclude il comitato lariano.

0Shares