Colico. Cacciatore “furbetto” nei guai: usava trappole e richiami con specie protette

27 Ottobre 2020 | Alto Lario/Colico, Colico

COLICO – Brutta faccenda venatoria nel colichese, più precisamente in località Laghetto, dove un uomo è stato denunciato dalle autorità per aver posizionato delle trappole attive per la cattura dell’avifauna, utilizzando anche richiami vivi costituiti da uccelli appartenenti a specie protette. Oltre a questo, l’indagato è stato segnalato anche per l’uso di mezzi vietati nell’attività venatoria.

I volatili trovati nella proprietà dell’uomo erano due verdoni (Carduelis chloris) e un frosone (Coccothraustes coccothraustes), confinati in tre piccole gabbie metalliche; gli esemplari sono stati dunque liberati dai carabinieri. L’indagato rischia ora l’arresto, con l’eventuale reclusione da due a otto mesi, oppure un’ammenda fino a 2000 euro.