LECCO – La Lombardia è stata, anche nel 2019, la regione dove si è perso di più per il gioco d’azzardo: in totale oltre 3,2 miliardi di euro, in lieve contrazione rispetto all’anno precedente. La cifra persa nei giochi nel lecchese ammonta complessivamente a 96,7 milioni, dato che fa registrare un aumento del 6% rispetto al 2018.

La provincia di Lecco, in ogni caso, è penultima nella classifica regionale per soldi “bruciati”, seguita solo da Sondrio (67,5 milioni). I vicini comaschi sono sesti con una perdita di 240,4 milioni di euro. In testa Milano (1,1 miliardi, con un aumento del 10%), a seguire Brescia con 450,8 milioni, Bergamo con 392,4 milioni, Varese con 291,5 milioni e Monza e Brianza con 291,3 milioni. Dietro Como, troviamo Pavia (189,98 milioni), Lodi (poco più di 129milioni), Mantova (117,6 milioni) e Cremona con 101,2 milioni di euro, unica provincia lombarda a subire un calo delle perdite del -4%.

Tra i comuni lariani a perdere di più è Colico con 5,250 milioni di euro, seguito da Mandello (2,997 milioni) e Bellano (1,440 milioni). Giù dal podio troviamo:

Dervio: 1.073.648,17

Abbadia: 487.056,26

Lierna: 201.242,87

Esino Lario: 177.828,07

Perledo: 174.334,25

Varenna: 168.810,97

Dorio: 57.828,55

Valvarrone: 10.402,89

Qui la tabella con i dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli divisa per regione, provincia, comune e tipologia di gioco.

0Shares