COLICO –  Tra i punti all’ordine del giorno nel consiglio comunale di Colico il conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto. La proposta, sostenuta dall’Associazione Nazionale Alpini di concerto con il Gruppo Medaglie d’Oro al Valor Militare e dall’ANCI, è volta a commemorare il 100° anniversario della traslazione della Salma del Milite Ignoto all’Altare della Patria in Roma ed è stata votata all’unanimità dal consiglio comunale.

Colico è il primo Comune dei Gruppi della Sezione ANA Alto Lario a raggiungere l’importante traguardo, su invito del capogruppo Graziano Fognini.



Il presidente della Sezione Stefano Foschini ha sollecitato tutti i Gruppi della Sezione a fare approvare dai rispettivi Comuni il conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto o intitolare strade e piazze cittadine in memoria del soldato ignoto morto per tutti noi.

“Particolarmente felice l’evento che precede di qualche giorno la prima commemorazione della “giornata regionale della riconoscenza per la solidarietà e sacrificio degli Alpini” individuato dal Consiglio Regionale della Lombardia il 2 aprile di ogni anno. La data scelta è simbolica e ricorda quella dell’apertura, nella primavera dello scorso anno, dell’Ospedale da Campo dell’Associazione Nazionale Alpini a Bergamo, in piena emergenza Coronavirus” spiega Stefano Foschini.

Sono oltre 20 i caduti colichesi ignoti raccolti sui campi di battaglia e sepolti senza un nome oppure il nome dei quali sulle croci è andato perso per effetto di nuove battaglie e bombardamenti.

Piace pensare che possa essere uno di loro  quello trasportato a Roma per rappresentarli tutti” hanno commentato dal Gruppo Alpini di Colico.

C. B.

0Shares