LECCO – Renato Colombo, mercante d’arte di Colico classe 1948 residente in Brianza è stato assolto dall’accusa di aver truffato un acquirente, fornendogli un certificato di autenticità insieme a un quadro del pittore francese Aubertin – successivamente risultato contraffatto.

L’assoluzione “perché il fatto non costituisce reato” è stata concessa dal giudice Nora Lisa Passoni, dopo che il Vpo Caterina Scarselli aveva proposto la formula del “non aver commesso il fatto”.

RedGiu

 

0Shares