ROMA – In vigore da oggi, 10 gennaio, le nuove restrizioni per contrastare la diffusione dei contagi da Covid-19. Diventa di uso comune nella vita di tutti i giorni il Green Pass Rafforzato – il certificato che si ottiene con la vaccinazione o con la guarigione dal Coronavirus da meno di sei mesi – che diventa obbligatorio sui mezzi del trasporto pubblico locale (fatta eccezione, fino al 10 febbraio, per gli scuolabus) quindi autobus e treni, sia a breve sia a lunga percorrenza.

Sempre riguardo al Green Passo Rafforzato, se ne amplia l’uso a tante altre attività: diventa necessario per accedere a bar e ristoranti, sia al banco che al tavolo, e anche all’aperto; obbligatorio anche per gli impianti di risalita turistico-commerciali anche se in comprensori sciistici. Inoltre servirà il “Super Green Pass” per alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere, centri congressi; piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto; centri culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

Cambiano anche i protocolli per le quarantene. La quarantena non è più prevista per i vaccinati con terza dose o con due dosi da meno di quattro mesi che entrino in contatto con un positivo, se asintomatici. Si applica in questo caso una forma di auto-sorveglianza con un tampone al quinto giorno dal contatto che dovrà dare esito negativo. Per chi ha ricevuto l’ultima vaccinazione da più di quattro mesi – quindi con minore copertura dal contagio – l’autoisolamento scende da 7 a 5 giorni, con test negativo. Per i non vaccinati nessuna modifica: la quarantena resta a 10 giorni.

 

0Shares