DERVIO – Sotto processo al tribunale di Lecco una 65enne di origine rumena residente Dervio, con l’accusa di essere “evasa” dall’abitazione in cui svolgeva la sua quarantena nel pieno del lockdown della primavera 2020.

La donna, che rischia fino a un anno e mezzo di carcere e una sanzione da cinquemila euro, risultava positiva al Covid 19 e venne “beccata” fuori casa diverse volte  dai carabinieri.

Si è giustificata in aula asserendo di avere sempre rispettato le indicazioni pratiche e di distanziamento (guanti, mascherine eccetera) e di avere effettuato numerosi tamponi, tutti negativi.

Inoltre, tra le sue uscite non autorizzate l’imputata ha elencato quelle relative a un incidente stradale occorso al marito e alle successive necessità pratiche collegate al sinistro.

RedGiu

 

 

0Shares