DERVIO – Luigi Maglia, notissimo imprenditore edile classe 1932 di Casargo è stato assolto oggi a Lecco dall’accusa di furto d’acqua.

L’episodio all’origine del processo era avvenuto ad agosto del 2018 al Residence Oasi Del Viandante“, struttura costruita dalla sua impresa a Dervio (nell’immagine sotto).

All’epoca, parte della gestione dell’Oasi era stata affittata da Maglia alla società Mito di Milano; quest’ultima nell’eseguire la manutenzione della piscina del residence, dopo averla svuotata per pulirla l’avrebbe riempita con acqua captata collegandosi direttamente (e senza autorizzazione) a un idrante di Lario Reti.

Il giudice monocratico del tribunale del capoluogo Chiara Arrighi ha assolto quest’oggi l’imprenditore per non aver commesso il fatto, rimandando gli atti alla Procura della Repubblica per un’eventuale imputazione del titolare della ‘Mito’.

RedGiu

0Shares