LECCO – Deve rispondere di interruzione di pubblico servizio il morbegnese M.B. che, nell’ottobre 2017, fece bloccare a Mandello un treno della tratta Tirano-Milano.

Il capotreno fu costretto a fermare il convoglio dopo che era intervenuto per sedare un litigio nato tra l’imputato e una donna, dapprima disturbata con musica ad alto volume e poi insultata dallo stesso giovane valtellinese.

Nell’ultima udienza di ieri il capotreno ha dichiarato di non ricordare i fatti.

0Shares