LECCO – Un giovane nigeriano classe 1998 è stato giudicato quest’oggi al tribunale di Lecco dopo gli insulti a una capotreno donna che lo aveva trovato senza titolo di viaggio sul treno diretto a Sondrio.

Il fatto era venuto il 28 dicembre del 2018, quando all’altezza di Varenna il ragazzo aveva apostrofato malamente la dipendente di Trenord che lo aveva pizzicato privo del biglietto.

Il giudice Maria Chiara Arrighi ha optato per la cosiddetta messa alla prova che si tradurrà in 250 ore di lavori socialmente utili che il giovane dovrà effettuare per evitare una pena superiore.

RedGiu

0Shares