L’autore, dott. G. M. Baratelli

Ho conosciuto la filosofia greca in terza liceo scientifico, al Paolo Giovio di Como.

Facendo un po’ di conti avevo 16 anni, quando la severa professoressa Marazzi (santa donna) per la prima volta mi ha parlato della caverna di Platone.

Mi era sembrata una cosa strana, un po’ eccentrica, comunque una cosa che apparteneva a tempi remoti e che si perdeva nel buio dei secoli della storia.

Infatti il mito (o metafora) della caverna è contenuto nel settimo libro de…

 

> CONTINUA A LEGGERE SU VALNEWS.IT

 

 

0Shares