Bellano. Parcheggi a pagamento: infuria la polemica sui social

3 Marzo 2017 | Bellano, Colico, Dervio, Lario

BELLANO – Infiamma lo scambio di opinioni sui social in seguito alle modifiche volute dall’amministrazione comunale in materia di parcheggi. In breve, le novità prevedono strisce blu per i non residenti nei parcheggi della stazione FS, quelli del lungo lago (viale Tommaso Grossi) e quelli ex segheria zona Puncia (via Martiri della Libertà). 

Bellano Stazione parcheggi (4)La decisione, annunciata alla cittadinanza a febbraio, ha subito sollevato un polverone: chi è contro, chi è a favore, chi pensa ai disagi dei pendolari e di chi lavora in paese ma viene dai paesi limitrofi, chi è preoccupato per il turismo… Sul gruppo facebook “Sei di Bellano se…”, arena privilegiata del dibattito, si trova un ventaglio abbastanza ampio di pareri.

Tra chi difende la decisione, ad esempio, c’è Donatella, residente: Credo che le motivazioni siano parecchie, prima fra tutte quella che noi d’estate fatichiamo a trovare parcheggio visto che molti villeggianti dei paesi vicini, dove il parcheggio si paga profumatamente, approfittano per lasciare giorni e giorni le loro auto in sosta nei nostri parcheggi gratuiti. E comunque sono tantissimi i comuni che adottano soluzioni di riguardo verso i residenti. Comunque sia […] mi pare di capire che il comune abbia assunto delle decisioni ma che sia anche aperto a proposte e consigli. Forse prima di fare considerazioni di qualsiasi genere sarebbe opportuno dar loro la possibilità di illustrare il progetto.

Le fa eco il vicesindaco Thomas Denti: Le motivazioni sono diverse. Bellano ha caserma Carabinieri, Soccorso, Vigili del Fuoco, Scuole e le manutenzioni le pagano solo Bellano e i Bellanesi. Per il parcheggio della stazione Bellano e i Bellanesi pagano affitto e manutenzioni. Poi altre motivazioni interne al bilancio, per cui per aumentare offerta turistica e garantire servizi volevamo applicare tassa di soggiorno ma siccome finanziaria ha bloccato anche 2017 abbiamo pensato a questo. Qua pensiamo sia giusto tutelare i residenti che versano già le tasse (lasciamo stare che sempre più vengono trattenute dallo stato).

Bellano Stazione parcheggi autobusC’è chi vede in questa decisione un eccesso di mentalità da “orticello di casa“: Stesso ragionamento estendibile a tutti i comuni che offrono medesimi servizi…. quindi è giusto che ognuno pensi esclusivamente al mantenimento del proprio orticello. E voi sareste il nuovo che avanza? 

Preoccupata e contraria anche Nadia, proprietaria da trent’anni di una seconda casa a Bonzeno: Non è molto carino quello che state facendo però, scusate se mi permetto. Ho casa nel vostro bel paesino da trent’anni e ci vengo ogni weekend… allora…Piscina quasi gratis ai residenti… adesso pure i parcheggi… nella mia città i residenti pagano piscine e parcheggi quanto i non residenti. Perché avete preso queste decisioni? Non vorrei dover pagare il parcheggio ogni volta che scendo a prendere il pane, per i due, tre mesi estivi in cui sono qui, più i weekend. Vediamo che decidono…

Bellano Stazione parcheggi (2)I problemi però non riguardano solo turisti e villeggianti, ma anche i pendolari sono particolarmente preoccupati dalla modifica. Una derviese commenta: Non è ammissibile…..allora si faccia fermare il treno a Dervio..oltre al danno la beffa….mi fanno andare a prenderlo con la macchina e devo anche pagare il parcheggio…uno che lo fa sporadicamente ci sta…Ma chi per lavoro o studio lo fa giornalmente..è una bella botta.

O ancora: I non residenti che sono costretti per lavoro o per studio ad utilizzare il parcheggio della stazione di Bellano dovranno sborsare 180 euro [all’anno]. COMPLIMENTONI.

Risponde così il vicesindaco di Bellano sulla questione pendolari derviesi: Per ciò che riguarda i pendolari di Dervio pagheranno se vorranno parcheggiare lì, visto che usufruiscono di un servizio finora gratuitamente mentre i bellanesi già lo pagano visto che con le loro tasse viene pagato affitto, manutenzioni e tutto il resto.

Insomma, la polemica non sembra intenzionata ad esaurirsi, tuttavia manca ancora qualche settimana all’entrata in vigore delle nuove regole e l’amministrazione, sempre via social, conferma di aver preso in considerazione proposte e opinioni.

L’intenzione dell’amministrazione è quella di fornire abbonamenti annuali, semestrali e trimestrali agevolati per non residenti, pensando a pendolari e chi lavora in paese, corrispondenti ad una cifra di circa 0,50 euro al giorno.