Coronavirus. Il report dell’ospedale dopo sei giorni ‘anomali’

28 Febbraio 2020 | Lario, Lecco

LECCO – Per far fronte all’emergenza sanitaria dovuta all’infezione da Covid-19 l’Asst di Lecco ha provveduto, già da domenica 23 febbario, a mettere in atto i primi provvedimenti urgenti.

Il sospetto di infezione da coronavirus-COVID 19 deve essere posto in relazione alle indicazioni emanate dalle Autorità Sanitarie Regionali e Nazionali, che esplicitano che i “contatti” devono essere intercorsi o con soggetti provenienti di recente dalla Cina, o con soggetti residenti nella cosiddetta “zona rossa” comprendente i dieci comuni del lodigiano. Invece i cosiddetti “contatti di contatti” non sono da considerarsi casi sospetti.

La sospensione dei ricoveri ospedalieri programmabili ha consentito di liberare posti letto e personale sanitario dedicati all’inquadramento ed l’eventuale ricovero dei casi di sospetta infezione da coronavirus-COVID 19.

> LEGGI TUTTO su

CORONAVIRUS, IL REPORT DELL’OSPEDALE DI LECCO DOPO SEI GIORNI ‘ANOMALI’