Ad

Se il gaming online cresce grazie alle maggiori garanzie: semplici tips per divertirsi senza esagerare

11 ottobre 2018 | Economia

Lo scorso 7 agosto il Decreto Dignità varato dal governo “gialloverde” è stato ufficialmente convertito in legge, confermando l’entrata in vigore di vari provvedimenti, tra cui anche quello relativo al blocco di tutte le attività di marketing per il settore del gioco d’azzardo.

L’azzardo online conquista gli italiani: +956% in 8 anni

Pur con le sue criticità, il mondo delle scommesse sportive e dei giochi di fortuna rappresenta un ambito dell’economia nazionale caratterizzato da un ottimo stato di salute, con risvolti importanti sia sul fronte occupazione che delle entrate erariali.

A ben vedere, poi, esistono anche campi virtuosi nei quali, grazie ad una ferrea regolamentazione e ad un costante monitoraggio da parte dello Stato, i giocatori hanno la possibilità di vivere la loro passione al riparo dai rischi del gioco compulsivo: betting e gambling online, nello specifico, si sono dimostrati un modello capace di funzionare, garantendo intrattenimento, ma anche legalità e tutela degli utenti.

L’introduzione delle prime piattaforme dedicate ai giochi online con puntate in denaro risale solamente al 2008. I dati aggiornati al 2016 dipingono un quadro particolarmente esaltante: nell’arco di nemmeno un decennio, il settore avrebbe visto crescere la sua raccolta del 956%, passando da 46 a quasi 500 milioni di euro.

Più controlli, meno gioco illegale: i perché del boom del gambling virtuale

Come si spiega una simile risposta da parte del pubblico italiano?
Da un lato, gestori storici e nuove proposte hanno saputo dar vita ad un’offerta estremamente variegata, rivedendola e aggiornandola di continuo, così da mantenere sempre alta l’attenzione degli appassionati. Dall’altro, l’AAMS (Agenzia Autonoma dei Monopoli di Stato), a partire dal 2012 divenuta parte della nuova ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), ha contribuito a guidare lo sviluppo dell’offerta, esercitando una severa azione di vigilanza sull’operato dei concessionari autorizzati e, parallelamente, provvedendo ad oscurare portali e gestori illegali (oltre 7.300 quelli inseriti nella lista dei “siti soggetti ad inibizione”).

I casinò online o, più in generale, le piattaforme SGAD (cioè i Sistemi di Gioco A Distanza) autorizzati ad operare in Italia devono essere in possesso di regolare licenza rilasciata dall’ADM.
Tra i numerosi requisiti vagliati dall’ente, particolare importanza rivestono la regolarità dei giochi (il cui esito deve sempre essere rigorosamente casuale), la sicurezza della privacy e dei dati sensibili degli utenti e le strategie adottate per prevenire i comportamenti ludopatici.

Dilettarsi con slot machine, tavoli da poker o giri alla roulette tramite computer, tablet o smartphone è in sostanza sempre più semplice e sicuro e così il numero dei giocatori continua a crescere là dove invece i casinò reali vivono una fase di declino sempre più accentuata.

Un portale vale l’altro per giocare in modo sicuro?

Un’offerta sempre più controllata, ma anche in costante crescita e, quindi, inevitabilmente soggetta alla comparsa di nuovi gestori, non sempre affidabili.

Quali sono gli standard che l’Amministrazione delle Dogane e dei Monopoli impone agli operatori in possesso di regolare concessione? E quali le caratteristiche che contraddistinguono un casinò online sicuro e affidabile?

Tra i requisiti basilari riportati all’interno delle linee guida dell’ADM per la certificazione delle piattaforme di gioco, rientra l’adozione di un’infrastruttura informatica sicura e di tutti gli accorgimenti utili a garantire la salvaguardia dei dati inviati dagli utenti al momento dell’iscrizione e, ovviamente, di quelli relativi a pagamenti e riscossioni di vincite.

Immancabile, il ricorso al protocollo HTTPS, che garantisce connessioni criptate e, quindi, sicure, tra il dispositivo utilizzato dall’utente e il server centrale che ospita la piattaforma di gioco.
Verificare la presenza di questo fondamentale accorgimento è semplice: davanti all’indirizzo del portale in esame, nella barra di navigazione del browser, deve essere presente la dicitura “https://” e, eventualmente, quella “Sicuro”.

In mancanza di questo tipo di protocollo di connessione, è bene diffidare del sito: il gestore, infatti, non può garantire la sicurezza dei dati scambiati tra utente e server e viceversa, esponendoli all’uso illecito da parte di terzi.

Quando questo primo, irrinunciabile requisito è rispettato, si può passare a valutare l’effettiva autorizzazione all’esercizio del gestore.
Niente di più semplice: nella home del portale, sale da gioco e casinò online certificati sono tenuti a riportare il numero della loro concessione ADM/AAMS. Una volta individuata tale sigla, sul portale dell’ADM è possibile verificarne la corrispondenza con il gestore, semplicemente inserendola all’interno dell’apposito form di ricerca.

Di capitale importanza la presenza di aree del sito dedicate ai termini e alle condizioni di utilizzo del servizio, alle normative che regolamentano il betting e il gambling online, alla descrizione degli strumenti atti a promuovere un approccio equilibrato al gioco, alle probabilità di vincita e alle vincite per mese e, infine, naturalmente ai regolamenti di ciascuno degli intrattenimenti disponibili sul portale.
Come esempio, si prenda a riferimento l’area “Come giocare” del casinò online di Snai: la sezione è suddivisa in varie sottoaree (live, roulette, giochi di carte, videopoker e arcade) al cui interno sono raggruppati per tipologia i vari giochi e i loro regolamenti, completi di descrizioni dettagliate e di screenplay esemplificativi.

Alla trasparenza nelle istruzioni di gioco, che deve essere massima e sempre coerente con i meccanismi, le situazioni e i simboli mostrati in partita, si aggiunge un altro requisito cruciale: l’obbligo di apertura di un conto gioco.

La registrazione su una piattaforma di gambling o di betting online coincide con la creazione di un conto gioco personale (ovvero intestato ad una persona fisica). Il processo di apertura dell’account, dunque, deve sempre includere l’invio della scansione di un documento (in genere carta di identità o patente). La possibilità di accedere ai giochi con puntate in denaro è subordinata alla verifica dei dati anagrafici forniti, con l’obiettivo duplice di accertare la maggiore età del nuovo giocatore e di evitare l’apertura di più conti gioco diversi intestati alla stessa persona.

Di fronte ad una piattaforma che propone l’accesso ai giochi diretto, magari con pagamenti istantanei via carta di credito, è d’obbligo insospettirsi e segnalare il sito in oggetto all’ADM e alle altre autorità competenti.

Infine, sempre nel corso della registrazione, è previsto che l’utente debba fissare un limite di spesa settimanale. Questo step, obbligatorio, ha l’ovvio scopo di limitare le possibilità di gioco e prevenire quei comportamenti poco equilibrati che mettono a repentaglio la salute e le finanze degli utenti.