Varenna. L’intelligenza dell’anima, conferenza con Giuliano Guerra

2 Novembre 2019 | Eventi, Lierna/Varenna

VARENNA – Giuliano Guerra ospite venerdì 7 novembre della sala del Pergolato di Villa Cipressi. Medico e psicoterapeuta, Guerra ha creato una struttura nei pressi di Sirmione, sul lago di Garda, dove riceve e ospita chi desidera riflettere sul proprio modo di percorrere il cammino dell’esistenza umana. È presidente dell’associazione “Il Bosco delle Emozioni” che aiuta scolaresche, educatori e persone in ricerca a ritrovare ed esprimere il meglio di sé attraverso il contributo delle energie vitali della natura, il silenzio del bosco e la contemplazione delle bellezze del lago di Garda.

Nelle sue riflessioni, nate dall’esperienza professionale e, in particolare, da quella realizzata nel “Bosco delle emozioni”, Guerra parte dalla premessa che possediamo due nature: una natura inferiore, legata agli istinti, che ricerca in modo egoistico l’affermazione personale, e una natura spirituale, quella che identifichiamo nell’anima, che si manifesta attraverso pensieri evoluti, atteggiamenti altruistici, emozioni e stati d’animo elevati quali entusiasmo, fiducia, amore, generosità, compassione. È questa seconda natura che occorre sviluppare se vogliamo vivere nel benessere globale, avere un’aspettativa di vita più lunga e costruire rapporti umani appaganti. Partendo da questa premessa, l’autore cercherà di offrire indicazioni concrete per purificare pensieri e modi di agire e portare così allo scoperto talenti, gioia, creatività.

Come scrive nel suo ultimo libro, l’obiettivo è “aiutare, con umiltà e chiarezza, le persone a intraprendere percorsi evolutivi di crescita, di risveglio, che portino ad armonizzare la natura umana e a ridestare la natura spirituale, così da favorire gli incontri interpersonali nell’anima”. E, ancora: “Incontrarsi nell’anima significa curiosità e interesse verso la vita, rispetto e non giudizio nei confronti delle persone, capacità di amare e di perdonare, saper ascoltare, essere in grado di creare patti di reciprocità maturi, dare un alto significato alla propria esistenza”.