Moregallo. Tragedia nel lago, sub esperto di 53 anni non riemerge

15 Giugno 2015 | Lario, Mandello

MANDELLO DEL LARIO – Riprenderanno domani mattina, martedì 16 giugno, le ricerche del sub 53enne originario di Seregno che nella mattinata di oggi si è immerso in solitaria in località Moregallo, senza più riemergere.

Si sono recati sul posto, poco prima delle ore 14.30 di oggi, i soccorritori della Croce Rossa di Lecco insieme ai Carabinieri di Lecco e ai Vigili del Fuoco, con un’imbarcazione e l’elicottero, purtroppo invano. Attorno alle 16.30, infatti, è stata avvistata a pochi metri dalla riva la boa che segnalava il subacqueo ed è lì che il nucelo dei sommozzatori si sarebbe immerso. Le operazioni di recupero della salma sono iniziate proprio in quel momento, ma a causa del buio è stato necessario rimandarle.

Sul luogo, dove è tuttora parcheggiata la sua monovolume grigia,  anche i famigliari del sub, in stato di shock. Proprio la moglie, infatti, avrebbe lanciato l’allarme dopo che il marito, un esperto subacqueo, non aveva più dato a lungo notizie di sè. In un primo momento sembrava che, già nel primo pomeriggio, i soccorritori avessero individuato il corpo dell’uomo a 20 metri di profondità, poco distante dalla boa, ma, allo stato dei fatti, del corpo non c’è nessuna traccia.

Seguiranno aggiornamenti non appena disponibili.