Ho ripreso il testo della lettera pubblicata il 09/11 su Lario News per significare che condivido e faccio anche mia la “semplice considerazione del tutto comprensibile” (parole sue) dell’ex Sindaco Roberto Santalucia in merito alla negazione dell’area Eliporto, a causa dell’allestimento del Presepe Vivente.

Fa piacere sapere quanto egli esprime dispiacimento per quell’angolo di Paradiso che sarà sacrificato per circa 3 mesi; fortunatamente abbiamo alternative quali il nuovo “Parcobaleno” per la gioia di mamme e bambini ed un’ottima opportunità per lasciarci riscaldare dai timidi raggi solari sulle panchine al Palasole (ancor più lontano da traffico e rumori, cullati dal placido passaggio della Pioverna mentre abbraccia il Lario), che offrono comunque un piacevole panorama del nostro amato lago, meta più che costante dei turisti, i quali, grazie alle innumerevoli promozioni poste in atto in questi ultimi 5 anni (la recente acquisizione del marchio “I Borghi più belli d’Italia” ne è un esempio), ci onorano della loro presenza.

In passato sono stata Segretaria/Tesoriera della Pro Bellano e nel 2016 Socio Fondatore del “Comitato Pesa Vegia” perciò conosco da vicino le difficoltà e gli sforzi che si rendono necessari e che gravano sulle spalle dei volontari, sempre gli stessi, pur sempre motivati; bello sarebbe se altri giovani pensionati di buona volontà e salute si unissero a loro, traducendo in concreto lodevoli suggerimenti … magari il “monta e smonta” si ridurrebbe in termini di tempo, per buona pace di tutti!

Patrizia Acerboni – Bellano

LA LETTERA ALL’ORIGINE DELLA REPLICA:

Bellano. Parco ex eliporto chiuso per tre mesi. E “zitti e mosca!”

 

 

0Shares