Anche Casa Comune prende le distanze dall’iniziativa di Regione Lombardia di chiudere il centro vaccinale di Mandello del Lario, che rappresenta l’ennesima prova dell’inadeguatezza e dell’incapacità di una classe politica che governa la nostra regione da vent’anni.

Vorremmo conoscere i motivi che hanno portato a questa scelta, a nostro giudizio profondamente sbagliata. L’attività di vaccinazione nell’hub mandellese era ben avviata ed organizzata, grazie agli sforzi congiunti di amministratori locali e Ats; per questa ragione stentiamo a comprendere la mossa del Pirellone. A meno che non si tratti, anche in questo caso, di una manifestazione – che francamente ci saremmo risparmiati – della consueta politica “stile Bertolaso”: grandi hub, onerosi per i contribuenti e lontani dalle esigenze del territorio, piuttosto che piccoli ed efficienti centri vicini ai bisogni dei cittadini.

Ringraziamo tutti i soggetti che hanno partecipato e si sono impegnati ad attivare la sede di Pra Magno, a presidiare la struttura e ad accogliere gli oltre 900 anziani che vi si sono presentati. Offriamo infine il nostro sostegno ad ogni iniziativa di protesta e sollecitazione che l’amministrazione intraprenderà nei confronti di Regione Lombardia.

Casa Comune per Mandello democratica

 

0Shares