giulio-gallera-ospedale-menaggioMENAGGIO – Partita da Menaggio la giornata comasca di Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare, in visita all’ospedale “Erba Renaldi” insieme ad Alessandro Fermi, sottosegretario regionale all’Attuazione del programma, ai rapporti istituzionali nazionali e alle relazioni internazionali, e ai consiglieri regionali del Medio e Alto Lario, Francesco Dotti, Dario Bianchi, Luca Gaffuri, e Daniela Maroni (rappresentata da un suo delegato). Ad accoglierli Giusy Panizzoli, direttore generale dell’Asst Valtellina e Alto Lario, affiancata da Rosella Petrali, direttore socio sanitario, Giovanni Monza, direttore sanitario, Carlo Maria Iacomino, direttore amministrativo, e Anna Lisa Fumagalli, direttore dell’ospedale di Menaggio.

L’“Erba Renaldi”, inaugurato il 1° agosto 1986, è entrato a far parte dell’Asst ValtLario il 1° gennaio scorso, e, oggi, il passaggio di consegne fra ex azienda Sant’Anna di Como, che lo ha avuto in gestione per anni, e Asst Valtellina e Alto Lario, è a buon punto.

giulio-gallera-ospedale-menaggio-3“L’ospedale di Menaggio è un punto di riferimento e un’eccellenza del territorio – ha detto l’assessore Gallera ai numerosi presenti -, per il quale la sinergia con l’area montana confinante e coincidente con l’Ats della Montagna costituisce un’importante opportunità che già si sta manifestando attraverso collaborazioni in essere con l’ospedale di Chiavenna e attraverso l’introduzione di servizi nuovi per questa realtà, ma quanto mai importanti, come l’Oncologia medica. Ci sono ancora delle criticità, è vero, soprattutto a livello di sistemi di collegamento informatico fra la realtà di Menaggio e quella della restante parte dell’Asst ValtLario, ma, sarà mio impegno, nel prossimo anno e mezzo, sanare questa situazione permettendo, così, importanti passi avanti anche sul tema della telemedicina e dell’epidemiologia del territorio”. Punto, quello della messa in comune dei sistemi informatici, nodale per Asst ValtLario e ribadito dallo stesso direttore Panizzoli.

Infine, a prendere la parola, è stato Alessandro Fermi, sottosegretario all’Attuazione del
programma, che ha chiesto garanzie all’assessore Gallera circa il suo ospedale che, peraltro, Gallera ha visitato attentamente, soprattutto i servizi di Pronto Soccorso, Radiologia, Laboratorio analisi e Riabilitazione funzionale, confermando di aver riportato “un’ottima impressione, sia per aver incontrato del personale molto appassionato, sia per aver constatato il forte legame col territorio che l’ospedale ha e che non sempre si riscontra altrove, tenuto conto che parecchi reparti e servizi sono intitolati a medici che vi hanno operato o a persone che hanno a vario titolo contribuito”.

“Mi ha fatto piacere incontrare qui – ha concluso l’assessore -, anche parecchi sindaci e rappresentanti del territorio, attenti e sempre più convinti della bontà del lavoro che si sta facendo sull’ospedale di Menaggio. Le preoccupazione iniziali si stanno sciogliendo è questo è un ottimo segnale”. Fra gli altri, alla visita, hanno partecipato i presidenti delle Comunità Montane Valli di Lanzo e Valli del Lario e del Ceresio, e i sindaci di Plesio, Griante, Garzeno, Schignano, Menaggio, Dongo, Lanzo d’Intelvi, Valsolda (sede del vecchio ospedale) e Grandola ed Uniti.