Tremenico. 24mila euro per unire i due archivi comunali

8 Marzo 2017 | Lario, Valvarrone

TREMENICO – Attualmente il borgo della Val Varrone ha due distinti archivi comunali. Il primo presente all’interno di alcuni locali della vecchia sede del municipio, distante circa 200 metri dai nuovi locali. Si tratta di documenti all’interno di faldoni antecedenti il 1980 già disposti su scaffalature, ma non particolarmente suddivisi per tipologie (pratiche edilizie/anagrafe/delibere, ecc). Il secondo archivio invece è ubicato al piano terra del nuovo edificio comunale e contiene i documenti degli ultimi vent’anni.

flavio-cipelli-tremenico“Il progetto di realizzazione del nuovo archivio storico a Tremenico nasce dalla volontà dell’amministrazione comunale di unificare i vari archivi comunali sparsi sul territorio, con l’intenzione di tutelare e salvaguardare la storia della nostra comunità” spiega il sindaco Flavio Cipelli.

La volontà di unificare l’archivio è motivata dalla scelta di velocizzare la ricerca e renderla disponibile anche al pubblico esterno individuando un’unica area da adibire a sede archivistica. Inoltre, spostare gli attuali archivi presenti nella vecchia sede comunale permetterà di rendere disponibili alcuni locali per altre attività comunali e museali.

La sede unica degli archivi comunali è stata individuata nel palazzo di via Roma, l’ubicazione e l’accesso all’area sono di facile identificazione. Entrando nell’edificio comunale dalla piazzetta antistante, si prosegue tramite una scala sulla destra al piano terra. Al piano terra troviamo un piccolo spazio di distribuzione dal quale si entra in due distinti ambienti, il piccolo archivio (già stracolmo di faldoni e documenti) e il vecchio magazzino avente una superficie molto ampia di circa 40 mq. Lo stato di fatto dei locali posti al piano terra è mediocre per quanto riguarda il vecchio archivio, mentre per il magazzino necessita di alcuni interventi importanti per renderlo adeguato alla futura destinazione, sia dal punto di vista architettonico che impiantistico.

“La scelta progettuale individuata è contenuta alla modifica degli ambienti descritti – precisa Cipelli -, attraverso degli interventi che consentano un loro adeguamento architettonico-funzionale-impiantistico e normativo, per ospitare il futuro archivio. La prima operazione necessaria consisterà nella divisione del grande spazio magazzino in due ambienti (futuro archivio e piccolo magazzino). Definiti gli ambienti/aree si procederà a identificare i locali con la funzione principale. Il primo (procedendo dalla scale) sarà adibito a zona di filtro e/o consultazione dei cataloghi archivistici. Da qui si accederà ad un archivio definito “storico” con le pratiche più vecchie, e al nuovo archivio di 40 mq adibito a tutto il resto della documentazione comunale”.

“Gli interventi – conclude il sindaco – riguarderanno il rifacimento o l’integrazione di intonaci, nuovi pavimenti con formazione di vespaio aerato per l’ex locale magazzino e la realizzazione di una contro-parete per evitare fenomeni di umidità. Altri interventi riguarderanno la sostituzione di alcuni serramenti/porte e il nuovo impianto elettrico. L’ammontare complessivo dell’intervento è pari a 24mila euro. L’opera è finanziata per 15mila euro dal Consorzio B.i.m del Lago e per 9mila euro con fondi propri del Comune di Tremenico. A breve quindi l’inizio dei lavori”.