VARENNA – Terminati i lavori per la realizzazione del collettore fognario tra il depuratore di Varenna Fiumelatte e l’ex-depuratore di Perledo.

L’impianto di Varenna, di dimensioni ridotte e ormai datato e azionato da tecnologie obsolete, è stato dismesso e trasformato in stazione di pompaggio e “sgrigliatura”, in cui avviene cioè separazione dei solidi presenti nelle acque di scarico. I reflui fognari, una volta giunti all’ex-depuratore di Perledo, sono successivamente convogliati al depuratore di Bellano tramite un collettore già esistente.

L’opera di dismissione del depuratore di Varenna Fiumelatte, dal valore di 430mila euro e avviata con la fine del 2019, si innesta in una serie di progetti avviati nel 2018 e che hanno comportato la creazione di un nuovo collettore che ha inizio da, appunto, Varenna e conclusione al depuratore di Bellano, appositamente rinnovato nel 2019 per accogliere i reflui provenienti dagli ormai dismessi impianti di Varenna e Perledo.

Le tre opere – potenziamento del depuratore di Bellano e dismissione dei depuratori di Perledo e Varenna – hanno un valore complessivo vicino ai 2 milioni di euro e fanno parte del piano di razionalizzazione dei depuratori di Lario Reti Holding, che mira al complessivo miglioramento delle acque scaricate a lago.

Nelle immagini l’attraversamento del torrente Esino.

0Shares