LIERNA – Un ultimo consiglio comunale turbolento quello svoltosi a Lierna, dove l’opposizione ha avanzato nuove contestazioni dopo essersi vista “bocciare” le tre mozioni proposte alla giunta. Questo quanto raccontato dai consiglieri della lista civica “Vivere Lierna”.

Con l’augurio di buon lavoro al Vice Segretario Dott. Vincenzo Russo, attuale dirigente presso il comune di Lecco, settimo funzionario che si appresta a “supportare” le vicende comunali, abbiamo: contestato l’ulteriore aumento della Tassa sui rifiuti ( 8,5% di aumento in 2 anni); evidenziato l’aumento dell’avanzo di amministrazione (1.212.679,02 €, di cui 446.330,61 € spendibile oltre a 576.736,59 € vincolati da tanti anni).

Le nostre tre mozioni hanno avuto il voto contrario da parte dell’attuale maggioranza (che dopo le dimissioni di Zucchi e Rossi rappresenta una minoranza degli elettori) con motivazioni “curiose”:
1) “Sistema di videosorveglianza comunale”: le telecamere annunciate da Stefanoni che sarebbero dovute arrivare con la befana del 2017 forse arriveranno (speriamo prima della Befana del 2022).
2) “Dispositivi di controllo della velocità sul tratto Grumo-Castello”: se nel centro abitato del paese è competenza comunale, i dispositivi sulla SP72 non si potrebbero posizionare. Se ci sono in atri comuni o se altri comuni fanno vigilanza sulla strada (di competenza provinciale ), noi non lo possiamo fare.
3) Piazza IV Novembre, “posti auto per disabili, carico e scarico e sicurezza sulla SP72” : dopo aver speso circa 400 mila euro per “riqualificare” la piazza, i posti auto sono stati dimezzati. Prima c’erano anche 2 posti auto riservati ai disabili e 2 per il carico e scarico, ora, invece di predisporre gli attacchi da altre parti, ci sono 2 posti auto riservati alla ricarica di auto elettriche. Il sindaco ha affermato che i parcheggi riservati ai disabili non ci sono e non servono in quanto i disabili possono parcheggiare dove vogliono, sul marciapiede o da altre parti, e non si possono ridurre gli attuali posti auto a favore dei disabili o del carico/scarico. Il percorso in sicurezza per i disabili per l’accesso al lungolago non si può fare e la sicurezza sulla SP72 si affronterà più tardi (con il nuovo Vice Segretario e l’unico agente di PL che abbiamo).

Auspichiamo che il sindaco, presidente provinciale della FAND (Federazione delle Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità) dopo le “sue” recenti belle parole “Facciamo che lo slogan “Nessuno deve rimanere indietro” non sia fatto soltanto di parole” e le “sue” recenti critiche a linea Lecco possa riconsiderare quello che ha affermato in consiglio comunale e provveda a risolvere con i fatti i problemi dei cittadini con disabilità, siano essi Liernesi o turisti che volessero parcheggiare nella zona “bellissima e ombreggiata” adiacente alla Piazza IV Novembre.

0Shares