LECCO – Ha patteggiato una pena di tre anni di carcere più le spese processuali da saldare alle parti civili e un primo (parzialissimo) risarcimento di 40mila euro a Poste Italiane spa – contro gli oltre due milioni di euro accertati che la 45enne Patrizia Greco ha sottratto ai clienti (soprattutto pensionati) dell’ufficio postale di Lierna di cui era direttrice.La sentenza del giudice del tribunale di Lecco Paolo Salvatore ha aumentato di un anno i due proposti nella precedente udienza, che non avevano trovato il consenso del sostituto procuratore Nicola Preteroti. Niente sospensione della pena dunque per la Greco, che non si è presentata all’udienza di oggi. L’ex direttrice potrà chiedere comunque l’affidamento in prova ai servizi sociali o altre misure cautelari.

 

0Shares