MANDELLO – Con una lettera aperta, il gruppo Casa Comune per Mandello chiede chiarimenti e informazioni relative agli ospiti della Casa di Riposo cittadina, accusando la struttura di poca trasparenza e innovazione vista la situazione pandemica.

La situazione di guerra permanente contro il Covid-19 mette a dura prova gli ospiti delle RSA e le loro famiglie. Questo succede anche a Mandello. I famigliari degli ospiti della Casa di Riposo sono preoccupati e vorrebbero avere più informazione e trasparenza sulla situazione all’interno della struttura, principi questi già indicati nel Codice Etico della stessa Fondazione.

Un segnale di preoccupazione ulteriore dei parenti è che la riduzione delle attività, causa Covid, stia
avendo conseguenze negative sul benessere psico-fisico degli ospiti. Anche il fatto che non si celebrino le funzioni religiose crea un ulteriore disagio.

I famigliari e gli ospiti soffrono, in particolare poi, per la mancanza di contatti diretti anche fisici. Perché non si è pensato installare una “porta degli abbracci”? Abbiamo saputo che questa soluzione è già disponibile, prodotta da una ditta mandellese che l’ha certificata e che i famigliari sarebbero anche disposti a contribuire ai costi.

Infine, pur essendo la Casa di Riposo una Fondazione autonoma e privata, ci saremmo aspettati un
interessamento dell’Amministrazione Comunale per sensibilizzare la Fondazione e costruire insieme risposte ai bisogni e alle difficoltà di ospiti così fragili e dei loro famigliari preoccupati.

0Shares