No Banner to display

Esino. La Lega sui migranti: “Colpa di Pd e Ncd, ora Lega al governo!”

12 gennaio 2018 | Dal mondo, Lario, Lecco, Perledo/Esino, Politica, Valsassina

ESINO LARIO – Incontro in Prefettura in corso, arriva immediato il comunicato stampa di Flavio Nogara segretario provinciale della Lega nord sull’episodio di questa mattina a Esino, dove i migranti hanno manifestato con cartelli e bandiere tricolore per sollecitare il Comune a concedere loro la Carta d’Identità:

“A Esino i richiedenti asilo protestano perché pretendono di avere la residenza, dipendenti rinchiusi in comune, intervengono due volanti dei carabinieri…Scandaloso e pazzesco! Diamogli subito il foglio di via, oltre che la residenza! Questa è la naturale conseguenza della scellerata politica immigratoria che il Pd, con l’avallo di NCD, hanno portato avanti nel nostro Paese e nei nostri comuni la gran parte dei sindaci, tranne quelli della Lega, quelli a noi vicini e pochi altri, hanno accettato supinamente quanto imposto dalla Prefettura, il braccio armato del Governo sul territorio. Chi viene accolto e mantenuto nel nostro Paese dovrebbe soltanto ringraziare, altro che protestare!

In Provincia di Lecco spendiamo 20 milioni di euro all’anno per questa accoglienza di gente che non ha diritto di restare nel nostro Paese perché non scappa da nessuna guerra! Con la Lega al Governo tutto cambierà e prima verrà la nostra gente! Con tutti questi soldi al posto di ingrassare le cooperative che fanno business su questa immigrazione aiutiamo chi ha veramente bisogno a casa loro e soprattutto, prima, aiutiamo la nostra gente che si trova in situazioni di difficolta! Alla prossima tornata elettorale solo dando forza alla Lega si arginerà a questo problema interrompendo questi assurdi viaggi pilotati in mare che hanno causato migliaia di morti, e il PD deve sentirsi responsabile di questo! L’unica soluzione è SALVINI PREMIER!!!”.

Rincara la dose, insieme allo stesso Nogara, il deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi,:

Il gruppo di immigrati richiedenti asilo, immigrati africani, che non scappano da nessuna guerra, che questa mattina nel lecchese a Esino si sono rivoltati, per chiedere un’assurda residenza, assediando gli uffici comunali, minacciando gli impiegati, costringendo i Carabinieri ad intervenire, devono essere espulsi subito.
Questa gente non merita di essere ospitata a spese nostre, facendo spendere 1100 ogni mesi ai contribuenti per il loro mantenimento.
Via subito, senza se e senza ma.
Sicuramente il ministro Minniti non lo farà, ma sicuramente lo farà tra due mesi il prossimo Governo di centrodestra“.