COLICO – Inaugurata dall’Auser di Colico una nuova auto dedicata al trasporto sociale di anziani non autosufficienti e disabili, donata dagli imprenditori locali. Durante la cerimonia il denso punteggiare di magliette arancioni dei volontari Auser di Colico ha presentato il flash a colpo d’occhio di quanto sia sentito e frequentato questo tipo d’impegno sociale.

Hanno preso parte il presidente di Auser Colico Emilio Curti, il presidente di Auser provinciale Lecco Claudio Dossi, il sindaco di Colico Monica Gilardi, il vicesindaco Davide Ileardi e l’assessore alle politiche sociali Francesca Moiana.

“Una giornata importante, una donazione che è un grande riconoscimento per l’azione di prossimità svolta da Auser Colico verso le persone fragili – il commento del presidente provinciale di Auser, Claudio Dossi – Proseguiremo la nostra attività in questa direzione, a sostegno delle comunità, perché oggi serve costruire fiducia verso il prossimo. Auser non è solo volontariato ma anche società, e vuole dimostrare concretamente che non serve concentrarsi “sull’io”, ma “sul noi”. Da Dossi infine l’appello: “Aspettiamo nuovi volontari, c’è tanto da fare”.

Dal presidente di Auser Colico Emilio Curti un grande ringraziamento a chi ha contribuito a donare il nuovo mezzo. “Questi imprenditori, artigiani e professionisti, sono persone attente alle dinamiche del mercato, hanno una visione lunga, sanno capire i bisogni in divenire per il loro settore produttivo, ma sono altresì coscienti della loro responsabilità sociale verso il territorio dove operano, sanno che utili e solidarietà possono e devono camminare assieme – ha spiegato Curti – È una visuale distorta quella che vede gli imprenditori non interessati ai problemi sociali di una comunità: non immaginate la gioia che ho visto negli occhi di un grande imprenditore alla notizia che avevamo raggiunto l’obiettivo, i suoi ringraziamenti e incoraggiamenti”.

Dal presidente di Auser Colico un grazie anche all’amministrazione per la collaborazione che da anni unisce l’associazione al Comune, oltre che ai volontari.

0Shares