GRAVEDONA ED UNITI – Quasi otto milioni di euro a disposizione dei 100 Comuni che fanno parte del Consorzio Bacino Imbrifero Montano del Lago di Como, Brembo e Serio. Lo annuncia il vicepresidente dell’ente Carlo Signorelli: “Si tratta, a nostro avviso, di un bel risultato che permetterà di finanziare progetti locali che seguiranno le indicazioni generali stabilite, ossia i settori della prevenzione del rischio idrogeologico e dello sviluppo economico del territorio”.

Nel Direttivo BIM Lago di Como del 13 ottobre è stato preso atto dell’accordo raggiunto la settimana scorsa con il BIM Bergamo in relazione alla suddivisione dei sovracanoni che fanno riferimento alla Legge 228/2012. In sostanza l’accordo prevede che, al momento della sottoscrizione della convenzione tra i due Consorzi, il BIM Lago di Como beneficerà di 7.850.000 euro che verranno poi messi a disposizione dei Comuni che fanno parte del Consorzio.

“Le modalità di distribuzione dei fondi – spiega il presidente del Bim, e sindaco di Menaggio, Michele Spaggiari – verranno decise nel Direttivo in programma sabato 23 ottobre, così da portare la proposta nell’Assemblea Generale prevista per mercoledì 27 ottobre alle 19 a Palazzo Gallio. Inoltre l’accordo tra il BIM Como e il BIM Bergamo prevede che dal 2022 il BIM Como beneficerà di ulteriori 1.090.000 euro all’anno da ridistribuire poi al territorio”.

“Grazie ai membri del Consiglio Direttivo Carlo Signorelli (vice presidente, Perledo), Cristina Bartesaghi (Abbadia Lariana), Giovanni Botta (Tremezzina), Gianni Redenti (Tavernerio) che hanno lavorato con me in questi mesi per raggiungere questo importantissimo risultato. Un grazie particolare al Segretario del Consorzio, Giovanni De Lorenzi, e alla responsabile di segreteria Alessandra Poncia, per la professionalità, l’impegno e l’attenzione che ogni giorno mettono al servizio del nostro Consorzio e del territorio” conclude Spaggiari.

I COMUNI DEL CONSORZIO

0Shares