MANDELLO DEL LARIO – Finisce 0-0 la prima uscita ufficiale di questa stagione per il Mandello del tecnico Claudio Sesti, impegnato nella prima giornata della Coppa Lombardia sul difficile campo valtellinese del Dubino.

“Giocare a Dubino non è facile perché la squadra di casa ha nelle sue file giocatori anche di categoria superiore e di grande esperienza. Devo affermare che a centrocampo e davanti Dubino ha degli ottimi giocatori – commenta il mister lariano -. Ci sono alcuni aspetti da chiarire. Parto dal fatto che a Dubino ho visto il gioco, ho visto l’impronta che voglio dare a questo gruppo e ho a disposizione una squadra compatta ed unita. Molto bene in fase difensiva con il reparto che ha messo in atto quei meccanismi che proviamo più volte in allenamento. Anche a centrocampo abbiamo pressato bene, ma nello stesso tempo siamo riusciti anche a velocizzare la giocate. Quello che vorrei è anche una maggior verticalizzazione nel gioco e puntare la porta”.

“Davanti abbiamo creato delle buone trame ma penso che alcuni giocatori non siano ancora nelle migliori condizioni atletiche. Ma ci può stare. A volte bisognerebbe anche inventarsi la giocata personale, per mettere in difficoltà la difesa. Sono contento del pareggio anche se il risultato, almeno in questo periodo, lascia il tempo che trova. Il Mandello c’è – conclude Sesti – il gruppo è affiatato e compatto. Dobbiamo essere più cattivi lì davanti e capire che siamo una squadra che darà fastidio a molte formazioni”.

Mandello: Milani, Gnecchi, Marinello (dal 60° Fuina), Passoni, Maglia, Casiraghi (dal 10° Manfreda), Cantù, Triboli (dal 68°  Bertarini), Quartieri (dal 68°  Andreotti), Fall, Comini (dal 55° Pelacchi).

0Shares