SONDRIO – In seguito agli episodi di predazione registrati in Val Fontana a Chiuro e, sembrerebbe, al Palabione ad Aprica, prosegue il dibattito legato alla convivenza con i grandi predatori, in particolare con il lupo, nell’arco alpino.

“L’aumento della presenza dei grandi predatori nelle nostre montagne è un dato di fatto – sottolinea Tiziano Maffezzini, sindaco di Chiuro e presidente di Uncem Lombardia –, il fenomeno deve essere tenuto sotto stretto controllo con interventi e prassi da consolidare nel tempo e che possano portare un beneficio di lungo periodo sia per l’ecosistema, sia per gli allevatori. Una vera attività di prevenzione…

>CONTINUA A LEGGERE su

Grandi predatori. Maffezzini: “No alla ‘caccia al lupo’, serve soluzione condivisa”

 

 

0Shares