SONDRIO – In un momento drammatico per l’occupazione in provincia di Sondrio, come emerso da recenti indagini del sindacato, la Cgil di Sondrio si rivolge alle istituzioni per chiedere un passo in avanti nelle politiche transfrontaliere.

“Le opportunità garantite dal mercato del lavoro svizzero hanno permesso di attenuare i problemi dovuti alla disoccupazione in Valtellina e Valchiavenna – premette il segretario generale della Cgil di Sondrio Guglielmo Zamboni – Ma al di là di alcune iniziative poco più che occasionali manca una reale attenzione a questa tematica”…

>LEGGI TUTTO su

0Shares