MANDELLO DEL LARIO – È fortunatamente fuori pericolo la donna di 42 anni residente a Olcio con la figlia adolescente (altri due figli, giovanissimi, sono in affidamento a parenti), presa a sprangate l’altra sera dal compagno 49enne, di origini campane come la vittima.

Tenuta sotto osservazione per 24 ore all’ospedale ‘Alessandro Manzoni’ di Lecco, l’aggredita ne avrà per 20 giorni.

Al culmine dell’ennesima discussione, il compagno ha colpito più volte la donna mentre la figlioletta correva dai vicini che hanno prontamente allertato ambulanza e forze dell’ordine. L’uomo, che avrebbe già messo le mani addosso alla sua compagna, è stato interrogato a lungo nelle sede del Comando provinciale Carabinieri di Lecco ma non è stato sottoposto a fermo.

Si tratta comunque di un caso da “codice rosso“, dunque con specifiche misure restrittive. Intanto del caso si sta occupando il Sostituto Procuratore della Repubblica Paolo Del Grosso, che dovrà valutare le circostanze e l’accaduto.

La triste situazione della famiglia a Mandello è da anni all’attenzione dei servizi sociali; la casa è di proprietà della parrocchia locale e a suo tempo una cooperativa aveva dato lavoro all’uomo. Dopo che due figli sono stati affidati a dei parenti residenti in Campania, ora la drammatica svolta con l’aggressione che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi.

RedCro

0Shares