Bellano. La pulizia del paese affidata a tre nuovi assunti

2 Dicembre 2020 | Bellano

BELLANO – Grazie alla fusione e ai benefici economici e di semplificazione delle norme, il Comune di Bellano ha potuto portare avanti il progetto di maggior strutturazione del personale dipendente. L’emergenza Covid ha rallentato queste assunzioni, ma dal primo dicembre Bellano ha a disposizione più operai per una cura ancora maggiore di tutto il territorio. In particolare, finalmente verrà portato avanti il progetto di pulizia delle frazioni, pulizia delle mulattiere cittadine, un più puntuale svuotamento delle caditoie e una programmazione di piccole manutenzioni edili.

“A volte si sente qualche sterile polemica o al contrario qualche critica costruttiva sulla richiesta o necessità di maggiore pulizia nelle frazioni” ricorda l’assessore al territorio Pierfranco Pandiani “ma purtroppo abbiamo sempre dovuto fare i conti con le forze in campo e le ore di lavoro disponibili. Da oggi invece potremo portare avanti uno dei nostri obiettivi, vale a dire un territorio sempre più curato e pulito“.

Aggiunge il sindaco Antonio Rusconi: “Gli enti pubblici devono essere sempre attenti alle spese di personale e ai blocchi assunzionali, ma quando abbiamo elencato i benefici della fusione, si ricorderà come uno di questi era appunto una maggior capacità assunzionale. Siamo stati convinti fin da subito che il settore da strutturare e potenziare fosse quello della pulizia e delle manutenzioni. E così abbiamo fatto non appena le norme ce lo hanno permesso. Per questo abbiamo condotto a termine queste tre assunzioni. Tra cui figurano un operaio, un muratore e un necroforo“.