BELLANO – Grande partecipazione e tanti apprezzamenti per l’inaugurazione del nuovo circolo ricreativo per lavoratori e pensionati di Bellano. L’amministrazione comunale ha invitato la cittadinanza a scoprire questa nuova concezione del circolo, che trova domicilio nel centro aggregativo anziani di via Plinio, completamente rinnovato, con nuovi servizi igienici, un punto bar, nuova illuminazione e infissi, nuovi colori e adesso priva di barriere architettoniche.

“Con questa nuova disposizione – spiega il sindaco Antonio Rusconi – si riesce a valorizzare e far interagire due realtà che guardano allo stesso tipo di destinatari, integrandole in un unico contesto e in uno spazio più adeguato e confortevole”.

“Abbiamo scongiurato così la chiusura dell’attività dello storico Circolo dei Lavoratori, che non riusciva più a sopravvivere nella vecchia location del bocciodromo; ora possono continuare l’attività sociale con costi di gestione molto inferiori. Altro aspetto sociale da rilevare è il ritorno all’interno del centro storico, nell’antico quartiere della Pradegiana che così si rivitalizza. I frequentatori della casa anziani avranno ora a disposizione un servizio bar, una sala a loro dedicata, orari di apertura più ampi (da lunedì al sabato 10-19 e venerdì anche dopo cena), troveranno altre persone con cui trascorrere il tempo libero e più attività ricreative che verranno proposte dai volontari della struttura”.

“Un altro aspetto molto importante – evidenzia l’assessore ai Servizi alla persona Jessica Vanelli – è che abbiamo concordato con i gestori del Circolo l’eliminazione delle slot machine, un primo passo concreto per la lotta alla ludopatia sul territorio, purtroppo un forte problema anche a Bellano (nel 2016, 5 milioni spesi nel paese per gioco d’azzardo)”.

“Abbiamo anche previsto un locale per dar seguito alla fruttuosa collaborazione con l’Auser – continua l’assessore Vanelli – così da poter continuare l’attività di telefonia agli anziani per contrastare la solitudine e dare inizio alla rilevante iniziativa delle visite a domicilio agli anziani, uno degli aspetti emersi dall’indagine conoscitiva che abbiamo promosso lo scorso anno. Il locale ospiterà anche i volontari dell’Unicef per l’attività di creazione delle pigotte, bambole di pezza che il Comune dona ai nuovi nati, versando per ognuno un contributo all’Unicef”.

“Infine da segnalare un altro aspetto positivo di questa soluzione – conclude Jessica Vanelli – nei locali del bocciodromo che ospitavano il circolo potrà a breve trovare collocazione la nuova sala civica bellanese, uno spazio per riunioni, corsi e incontri, anche al servizio della terza età: un bisogno di informazione e formazione emerso anche’esso nell’indagine conoscitiva dello scorso anno”.

 

0Shares