Le verdure fresche, di stagione, possibilmente dell’orto o a km0, ma anche surgelate, comodissime per quando si ha poco tempo da dedicare alla cucina, fanno sicuramente parte di un’alimentazione sana, varia ed equilibrata, che permetta di mantenere un buono stato di salute.

L’autrice Erika Meroni

Questo perché contengono non solo micronutrienti quali vitamine, sali minerali e composti bioattivi come gli antiossidanti, ma anche fibre, fondamentali per il corretto funzionamento dell’apparato intestinale e in grado di regolare la glicemia e la conseguente produzione di insulina nel corso della giornata, oltre che dare un maggior senso di sazietà a fine pasto.

Spesso però non risulta semplice inserirle sia a pranzo che a cena (come è raccomandato dalle Linee Guida di Sana Alimentazione e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui andrebbero consumate almeno 2 porzioni al giorno), per i motivi più diversi: sicuramente il tempo, perché è vero che pulire e cucinare le verdure fresche richiede impegno (non vale questa scusa con quelle surgelate, che per altro, se non già condite e processate, mantengono le proprietà nutrizionali), senza contare che alcune verdure più particolari non incontrano il gusto di molti (soprattutto dei più piccoli!).

Una strategia per consumare più verdure è quella di inserirle direttamente nel piatto, come condimento o nella preparazione di impasti, e non come contorno extra.

A questo proposito propongo una ricetta per utilizzare zucca e barbabietola (quest’ultima particolarmente odiata dalla maggior parte dei miei pazienti) nella preparazione di una pasta fresca: vi assicuro che il vostro palato non resterà deluso!



Spätzle bicolor di zucca & barbabietola
Gli spaztle, noti come gnocchetti tirolesi, non hanno nulla a che vedere con gli gnocchi a parte il fatto di essere morbidi, in quanto non sono preparati con le patate, ma con farina, uova e acqua e possono appunto essere arricchiti con verdure e spezie e conditi in tanti modi diversi.

INGREDIENTI per 5 porzioni
Impasto con la zucca: 300gr zucca, un uovo, 200gr farina, noce moscata, curcuma , semi di papavero, sale, acqua quanto basta

Impasto con la barbabietola: 300gr barbabietola, un uovo, 200gr farina, noce moscata, pepe, sale, acqua quanto basta

PROCEDIMENTO
Per preparare gli spätzle cuocere le verdure (bollirle fino a quando sono morbide, controllare con una forchetta) e frullarle insieme all’uovo. Aggiungere la farina setacciata e regolare la consistenza dell’impasto con acqua, andando ad occhio (dipende molto da quanto le verdure sono già morbide, ad esempio, l’impasto con la zucca necessita di meno acqua), e infine aggiungere le spezie.
Per ottenere degli spätzle perfetti si dovrebbe utilizzare l’apposito attrezzo chiamato Spätzlehobel, una grattugia sulla quale scorre un recipiente che versa l’impasto tra i fori facendolo cadere direttamente nell’acqua di cottura, una sorta di coperchio bucato in cui versare appunto l’impasto.
In mancanza di questo attrezzo andrà benissimo anche uno schiacciapatate; in questo caso l’impasto deve essere leggermente meno liquido.

Una volta cotti gli spätzle (sono pronti quando salgono a galla) scolarli con una schiumarola e trasferirli in una padella per mantecarli insieme al condimento.

Uno dei condimenti della ricetta tradizionale è composto da panna e speck, mentre per una versione “light” si può optare per una crema di formaggio caprino ed erba cipollina.

Rappresentano un piatto unico completo, ricco in carboidrati; in un regime ipocalorico per perdere peso, è consigliabile consumarlo solo una volta a settimana, così come nel caso di altre paste fresche (gnocchi, ravioli), sebbene siano sicuramente alimenti genuini quando fatti in casa.

VALORI NUTRIZIONALI (senza condimento, a porzione)
Carb 70gr | Grassi 3gr | Prot 12gr | 364Kcal

Erika Meroni
Biologa Nutrizionista, PhD
erika.meroni90@gmail.com


Riceve presso

Centro Medico LA BREVA Gravedona via Regina 22
Farmacia LAMBRO Lambrugo via Roma 3
Farmacia LARIANA Abbadia via Nazionale 114

 

0Shares