ABBADIA LARIANA – Denunciato per guida in stato d’ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale il 29enne comasco che sabato notte ha scatenato l’inferno sulla statale 36 scappando da un posto di blocco incontrato in Valtellina.

Lo racconta Il Giorno. Il protagonista è un italiano residente nel comasco, la sua fuga è durata diversi chilometri, con i carabinieri alle calcagna, e l’inseguimento è stato notato da diversi automobilisti. La sua corsa è finita poco dopo l’uscita di una delle gallerie tra Abbadia e Mandello, in uno schianto violentissimo.

La Opel del 29enne ha sbattuto sul lato destro per poi carambolare, il motore si è separato dal resto del veicolo mentre il ragazzo è rimasto incastrato nell’abitacolo. Soccorso, non ha mai smesso di inveire contro i militari. Per quanto riguarda la condizione medica la fortuna lo ha assistito, se la caverà con una prognosi di 30 giorni. Ben diverse saranno invece le conseguenze della sua condotta.

 

 

 

0Shares