Bellano. Il bilancio di un impegnativo 2018 per il gruppo Alpini di Protezione civile

14 Gennaio 2019 | Bellano, Lario

BELLANO – Prevenzione ed emergenza, ma anche sopralluoghi, servizi d’ordine, e tante altre iniziative nel 2018 della squadra di Protezione civile del gruppo Ana di Bellano. In stretta collaborazione con l’amministrazione comunale e guidati dal responsabile Cristian Mornico i volontari bellanesi hanno donato alla collettività 152 giornate/uomo (ogni giornata è intesa come un giorno di operatività del volontario) a cui vanno aggiunte circa 400 giornate/uomo per i lavori effettuati per la realizzazione del nuovo COM. Ecco il documento reso pubblico:

Interventi di prevenzione
La squadra convenzionata con l’amministrazione comunale prevede che durante l’anno debba intervenire con almeno 3 cantieri di prevenzione. In data 25 febbraio 3 volontari hanno effettuato un intervento di prevenzione sul territorio comunale al fine di mettere in atto le procedure operative fornite da Regione Lombardia in previsione della probabilità di neve e ghiaccio per la settimana in arrivo. In data 7 aprile 2018 11 volontari sono intervenuti al corso d’acqua in località Valletta per la pulizia dell’alveo dove erano cadute piante di medio ed alto fusto che, in caso di forti precipitazioni, avrebbero potuto costituire un possibile ostacolo al normale deflusso delle acque. In data 22 e 29 settembre 13 volontari hanno effettuato un intervento di pulizia del torrente Pioverna nel tratto compreso tra la foce a lago e lo sbocco dell’Orrido di Bellano tagliando e sradicando piante di medio fusto e rimodellando la foce anche attraverso l’utilizzo di un escavatore. In data 20 ottobre 6 volontari hanno effettuato un intervento di pulizia e bonifica di un corso d’acqua vicino all’abitato di Grabbia in cui sono cresciute molte piante ed arbusti infestanti e in cui si è verificato un piccolo smottamento.
Sempre in termini di prevenzione, il 6 giugno 3 volontari, in occasione dell’attività esercitativa provinciale “Piano di gestione mobilità sponda orientale del Lario”, hanno effettuato servizio di viabilità, supporto e presidio lungo la SP 72 nella strettoia davanti alle scuole in affiancamento alle altre forze intervenute.

Sopralluoghi
La squadra, durante l’anno, ha effettuato 14 uscite e impiegato in totale 32 volontari per compiere dei sopralluoghi sul territorio comunale sia a seguito di semplici segnalazioni provenienti da privati cittadini o dall’Amministrazione comunale, sia come diretta conseguenza all’emanazione delle allerte di Protezione Civile emesse dalla Sala Operativa di Regione Lombardia contenenti le linee guida da adottare in considerazione del codice colore che le contraddistingue.

Interventi in emergenza
La squadra, su richiesta degli uffici preposti, è intervenuta in emergenza il 2 aprile con 3 volontari nell’abitato di Grabbia per il collasso di un muro di contenimento in pietra e della terrazza soprastante e il cui materiale gravava sulla mulattiera sottostante. Il 13 aprile 2 volontari sono intervenuti nella frazione Grabbia per il collasso di un muro di contenimento in pietra a secco caduto lungo un tratto del “Sentiero del Viandante”. Il 26 maggio, a seguito di un incidente stradale tra un autobus e una moto, 2 volontari sono intervenuti per servizio di viabilità e supporto alle operazioni di salvataggio e messa in sicurezza della SP 72 a seguito dell’interdizione al traffico della stessa a causa dell’incendio scaturito dall’impatto tra i veicoli. Il 29 ottobre 14 volontari hanno effettuato un intervento in emergenza al fine di attuare le procedure operative fornite da Regione Lombardia e dal vigente Piano di Emergenza Comunale a seguito del rischio di esondazione del torrente Pioverna. Durante le operazioni si è proceduto all’apertura dell’UCL al COM di Bellano attraverso la comunicazione diretta con la Sala Operativa di Regione Lombardia e come prescritto dal Piano di Emergenza Comunale.

Il 31 ottobre 3 volontari, a seguito del distacco di materiale misto (terra e sassi) sulla mulattiera per Grabbia, si sono messi a disposizione dei Vigili del Fuoco per consentire le operazioni di disgaggio necessarie alla messa in sicurezza dell’area e per regolare il flusso veicolare lungo la SP 72 che corre parallelamente al fronte del distacco. L’1 novembre 3 volontari sono intervenuti nell’abitato di Grabbia per il collasso di un muro di contenimento in pietra a secco e della porzione di terreno soprastante vicino a un corso d’acqua. Il 4 novembre 2 volontari sono intervenuti a seguito della caduta di alcuni massi da una parete rocciosa sita all’interno di una proprietà privata in località “Tre Madonne” insistente sulla SP 72.

Attività in tema di istruzione
Nel Piano Formativo Scolastico è richiesto a tutte le scuole di fare prove di evacuazione. L’Istituto Comprensivo “Mons. Luigi Vitali” di Bellano chiede la collaborazione della nostra squadra per svolgere l’attività sopracitata, nel particolare i nostri volontari si prestano per collaborare con i ragazzi per l’ottimo svolgimento dell’evacuazione dei locali della scuola elementare e media; ogni anno si praticano due prove che coinvolgono, oltre che tutti i ragazzi e gli insegnanti, anche una decina di volontari che si offrono anche come “insegnati” sui temi della sicurezza.

Sempre in tema di istruzione la nostra Squadra si è impegnata nella realizzazione del campo scuola “Anch’io sono la Protezione Civile” inserita nelle attività del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale. 24 ragazzi della prima media sono stati coinvolti in attività pratiche e di formazione che si sono susseguite nell’arco di una settimana. In aggiunta a tali attività i ragazzi hanno potuto vivere in prima persona ciò che accade all’interno di un campo realizzato all’interno del perimetro della palestra comunale in cui sono state montate 3 tende pneumatiche dove i ragazzi hanno dormito per l’intera settimana. I ragazzi sono stati seguiti nelle diverse attività anche dai VVFF, soccorso bellanese, cinofili d’acqua e di terra, Guardie Ecologiche Volontarie, Soccorso Alpino e Anti Incendio Boschivo oltre che da 17 dei nostri volontari. Di rilevante importanza è sottolineare la visita della durata di 2 giorni di un funzionario della Presidenza del consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile venuto a verificare il corretto svolgimento del Campo. La visita è stata di esito più che positivo poiché, oltre ad aver verificato la regolarità di quanto offerto ai ragazzi, il funzionario è rimasto piacevolmente colpito dalla presa d’iniziativa dei volontari della nostra squadra sull’integrazione di attività di formazione specifica, sulla creazione di giochi didattici improntati sul sistema nazionale di Protezione Civile offerti in modo giocoso senza perdere d’efficacia formativa e sulla gestione dei ragazzi con un continuo alternarsi di lezioni, svago ed uscite in luoghi di pregio ed interesse. Ultimo oggetto di lode è stata la visita ai locali in cui erano in atto le opere necessarie alla prossima realizzazione del Centro Operativo Misto di Bellano.

Servizi d’ordine
Altre attività svolte dalla Squadra sono quelle relative ad assistenza alla popolazione durante le manifestazioni organizzate all’interno del nostro paese. In particolare il 5 gennaio 18 volontari hanno assistito la popolazione che partecipava all’evento Pesa Vegia 2018. Il 27 maggio 6 volontari sparsi sul territorio comunale hanno collaborato per gestire la gara del Trail del Viandante. Il 27 luglio una squadra composta da 6 volontari ha collaborata con l’amministrazione comunale e l’ente organizzativo all’interno dei festeggiamenti della festa patronale.

Nuovo COM
A partire dal luglio 2017 la Squadra, insieme all’amministrazione comunale, ha avviato la progettazione e l’esecuzione delle opere necessarie per la realizzazione del nuovo Centro Operativo Misto (COM) di Bellano al piano primo della stazione ferroviaria. La nostra Squadra si è fatta inoltre parte attiva nella ricerca di fondi extra ottenendo nel tempo buoni risultati in termini di contributi da parte di molti benefattori. I lavori sono iniziati a metà gennaio 2018 con la creazione della sala più grande e la formazione dei passaggi tra gli appartamenti esistenti; successivamente si è proceduto alla sistemazione delle pavimentazioni e ad un completo restyling dei vetusti bagni. Gran parte degli sforzi si è poi concentrata nella totale pitturazione dei locali e nel restauro delle 21 porte storiche in legno. In ultima fase si è proceduto alla realizzazione di un nuovo ed adeguato impianto elettrico. Successivamente la squadra ha reperito gli arredi e le attrezzature necessarie per l’allestimento dei locali. Il 16 settembre 2018 si è inaugurata la nuova struttura alla presenza di numerose autorità locali, regionali e di un funzionario della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile.