BELLAGIO – Lavoratori, clienti ma pure passanti in imminente pericolo di vita. Per questo motivo è stata posta sotto sequestro la piattaforma di Dinner in the sky, in questo giorni attiva a Bellagio ma nota anche nel ramo orientale per gli appuntamenti sul lungolago di Dervio.

Sabato pomeriggio il nucleo Carabinieri dell’Ispettorato del lavoro di Como e i militari della Guardia di finanza hanno effettuato una ispezione per verificare tanto la corretta e sicura installazione della struttura quanto la regolarità del personale impiegato e il rispetto delle norme per la somministrazione di cibi.

Qualcosa però dal punto di vista della sicurezza non ha convinto gli ispettori che hanno così proceduto all’immediata sospensione dell’attività ed al sequestro della piattaforma mobile che, issata a 50 metri di altezza, serve un menu esclusivo ai commensali imbragati ad appositi seggiolini.

Nei controlli sono state coinvolte quattro aziende – la società dell’iniziativa, il gestore, il gruista e la società di ristorazione – alle quali Carabinieri e Finanza hanno comminato complessivamente ammende per 28.500 euro e sanzioni amministrative per 26mila euro. Sul sequestro della piattaforma dovrà invece presto pronunciarsi un giudice.

Dinner in the sky – format che conta 67 piattaforme sparse nel globo – rassicura sostenendo che la struttura, già dotata di certificazioni fornite dall’azienda belga che la produce, ha ottenuto ulteriori attestazioni da ingegneri italiani per conseguire la necessaria certificazione Accredia.

 

 

0Shares