Ad

Derviese a 5. La squadra non brilla ma la sconfitta è indolore: si va ai quarti

15 novembre 2018 | Dervio, Lario, Sport

DERVIO – Due partite in tre giorni attendono la Derviese, in campo mercoledì sera per la gara di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Lombardia. Avversario dei gialloblu è la Master Team di Gallarate. All’andata i lariani uscirono vittoriosi per 4-1.

Direzione di gara affidata a Menghini della sezione di Bergamo, l’avvio è tutto di marca varesina, con Gilardi subito chiamato agli straordinari: capitan Ragusa, dopo essersi visto negare il gol dal portiere gialloblu, ci riprova pochi secondi dopo, ma è fermato dal palo. Al 3′ Sanna gela Gilardi su calcio piazzato, spedendo la palla in rete spizzicando il palo: 0-1 per la Master. Immediata la reazione dei padroni di casa, che pareggiano i conti al 5′ con Lanfranconi, che riceve da corner e infila di potenza sotto la traversa: 1-1. La partita è più che mai viva e le fasi centrali vedono le squadre equivalersi. Al 12′ la Derviese va sopra nel punteggio, capitan Raimondi devia al volo un lancio di Gilardi, anticipando Arengi in uscita: 2-1. La Master Team è sfortunata, Izzo e Ragusa centrano due legni a portiere battuto, ma al 21′ arriva il meritato pareggio: Bruttomesso cerca di rimettere palla in area, ma centra Barindelli, che spedisce la palla nella propria porta: autogol e 2-2. Il pari dura solo un minuto: Locatelli, recupera una palla allontanata dall’area, spedendola al volo sul palo più lontano: Arengi battuto e 3-2. Sempre il n°6 di casa, pochi istanti dopo, centra in pieno il palo con un bel tiro a incrociare.

L’avvio della seconda frazione è da dimenticare: i lariani restano nello spogliatoio e in 4 minuti si fanno superare nel punteggio. Al 2′ Sanna viene liberato in area, completamente solo, e batte Gilardi in uscita: dormita collettiva della difesa di casa; al 4′ Anedda realizza il 4-3 con un bel tap-in su invito dell’ispirato Sanna. I ragazzi di Cornaggia accusano il colpo, ma riescono comunque a trovare il 4-4 grazie ad un rasoterra chirurgico di Lanfranconi. Dopo il pari, è di nuovo black-out: in tre minuti viene azzerato il vantaggio dell’andata: Ragusa, Sanna e Polito, portano lo score sul 4-7. Cornaggia corre ai ripari chiamando il time-out e cercando di riportare i suoi nei binari del match. Il rientro in campo è tutta un’altra musica. Arengi si deve superare in almeno quattro nitide occasioni da gol; su tutte la deviazione sul tiro a botta sicura di Barindelli, che viene deviato sulla traversa con un gran colpo di reni. Il finale è incandescente, con i gialloblu che provano a non portare la partita ai rigori e la Master che cerca di difendersi nella propria metà di campo. In pieno recupero (31′) arriva il gol che fa volare la Derviese ai quarti di finale. Lanfranconi, dopo un bellissimo scambio con Raimondi, supera Arengi e riporta i suoi a sole due lunghezze: 5-7.

Un match difficile da gestire, su di un campo come quello di Dervio. Una squadra ospite che a tratti ha messo alle corde i padroni di casa, che stasera non hanno proprio “brillato”. Una sconfitta indolore, che riporta un po’ tutti con i piedi ben saldi al terreno. Ai quarti, avversaria della Derviese sarà la Vedanese, vittoriosa nel doppio scontro con la New Vidi.

Statistiche
Falli pt: Derviese 4 – Master 2
Falli st: Derviese 3 – Master 2

Ammoniti: Barindelli (DER) 24’pt; Locatelli (DER), 22’st; Ragusa (MAS) 24’st; Polito (30’st); Lanfranconi (DER) 32’st
Espulsi: –

Formazioni
Derviese: Gilardi, Barindelli, M.Raimondi, Spiller, Ciampitti, Locatelli, Randazzo, Lanfranconi, Vaninetti, Mouatamid – all. Cornaggia
Master Team: Polito, Francica, Anedda, Re, Sanna, Izzo, Arengi, Bruttomesso, Maiero, Ragusa – all. Tajana