COMO – Venerdì pomeriggio un turista inglese ha scritto un’email di sdegno alla direzione della Navigazione del Lago di Como. A motivarla il palese stato di ubriachezza dell’intero equipaggio della nave Fra Cristoforo, tanto da essere stato testimone del lancio di una bottiglia di Prosecco in mare da parte dei marinai.

Il direttore, dopo aver letto l’email, ha subito avvertito i Carabinieri, che hanno aspettato il battello all’ultimo scalo di Como. L’imbarcazione aveva già eseguito la sua tratta, che partiva da Como raggiungendo Bellano con tutte le fermate sia all’andata che al ritorno, e al momento dell’attracco 72 persone erano a bordo.

I militari hanno confermato lo stato di ubriachezza denunciato, grazie all’utilizzo dei dispositivi di alcool test. Tutto l’equipaggio, composto da solo tre persone, è risultato positivo con percentuali molto alte. L’alcool è stato sicuramente portato a bordo dagli stessi marinai, in quanto la nave non è munita di servizio di ristorazione o bar.

Immediato il ritiro della patente nautica per acque interne per il capitano. Anche i libretti di navigazione del marinaio semplice, che per ironia della sorte è anche figlio di un altro famoso capitano che presta servizio sul Lago, e del motorista sono stati requisiti. La Navigazione ha provveduto alla sospensione immediata di tutti e tre dal servizio, e valuterà in seguito il licenziamento in tronco.

Ora sono partiti da parte della direzione della Navigazione del Lago di Como controlli a tappeto. È iniziata anche un inchiesta ed è tutto al vaglio della Gestione Navigazione Laghi, l’azienda che gestisce tutte le flotte d’Italia.

Foto copertina da www.touringclub.it

 

 

0Shares