Lavoro nero. In dieci senza contratto tra Onno e Dorio: locali chiusi e 130mila euro di multa

30 Giugno 2018 | Dorio, Lario, Lecco, Ovest

OLIVETO LARIO/DORIO – Lavori in nero in sala e in spiaggia: 130mila euro di verbali in soli due controlli, oltre alla denuncia a piede libero dei titolari e la chiusura per qualche giorno delle due attività a Onno e a Dorio.

Ad effettuare le ispezioni nei giorni scorsi i carabinieri del nucleo di tutela del lavoro di Lecco insieme agli uomini dell’ispettorato territoriale del lavoro di Como e Lecco: in un lido con bar annesso di Onno erano sei i dipendenti in nero, uno dei quali minorenne, mentre in un albergo ristorante di Dorio i lavoratori senza contratto né contributi erano quattro.

Ad Oliveto Lario una penale totale di 91mila euro, che comprende i 56mila euro di multa al gestore e le ammende per violazioni penali, mancanza di documento della valutazioni e l’impiego di un ragazzino senza preventiva visita medica e senza preventiva informazione ai genitori o a chi ne esercita la responsabilità genitoriale. All’albergatore di Dorio il conto è stato di quasi 36mila euro.

In entrambi i casi inoltre è stata adottata la sospensione dell’attività, “un provvedimento conseguente all’impiego di lavoratori sconosciuti alla pubblica amministrazione in una percentuale superiore al 20% di quelli presenti al momento del controllo” spiegano i militari.

L’impiego di lavoratori in nero non è una eccezione nel periodo estivo e gli ispettori temono che questi due casi non resteranno isolati.