Storia e storie. Il comandante Gek e l’oro di Dongo

19 Gennaio 2019 | Cultura, Lario, Ovest

Seconda parte dell’approfondimento di Enrico Baroncelli dedicato al Comandante Gek ed al movimento partigiano nell’ambito della rubrica di VN “Storia e storie in Valsassina“.

PARTE 1ª: LA RITIRATA DELLA BRIGATA ROSSELLI.
I PARTIGIANI DI BIANDINO E GEROLA VERSO LA SVIZZERA

Quello che successe dopo il 17 aprile 1945, giorno in cui sulla Gazzetta Ufficiale furono pubblicate le Leggi Sociali volute da Mussolini, che lui auspicava fossero il suo testamento politico (una “mina sociale” le definiva, che comprendevano la nazionalizzazione di tutte le banche e di tutte le fabbriche con più di cinque operai) fu sostanzialmente un rapido e improvviso collasso delle forze armate germaniche, dopo che gli Alleati avevano superato il Po. I fascisti, che i tedeschi non fidandosi avevano sempre tenuto lontani dalla linea del fronte, lasciandoli a occuparsi soltanto della repressione interna antipartigiana, non se lo aspettavano, o meglio non così di colpo: molto interessanti…

> CONTINUA A LEGGERE su