Varenna. Solidarietà e gola per donare un cane guida a un non vedente

28 Maggio 2018 | Lario, Lierna/Varenna

VARENNA – Domenica a Varenna la 19ª edizione della ”passeggiata gastronomica Mirella Paravia”, organizzata dal Lions Club Riviera del Lario e finalizzata come sempre alla raccolta di fondi per donare un cane guida (sarà il 22° in diciannove anni) a un non vedente.

Grazie al bel tempo ed alla presenza di numerosi turisti stranieri, attirati dalle bellezze paesaggistiche di questa splendida località lariana, il risultato della manifestazione è stato positivo. La passeggiata, organizzata con il patrocinio dei Comuni di Varenna e di Perledo e con la preziosa collaborazione degli Alpini e della Pro Loco di Varenna, oltre alla tradizionale parte gastronomica, che ha costituito il momento centrale, ha visto anche la presenza del Corpo Musicale Liernese, che ha eseguito un concerto al mattino in piazza San Giorgio, e la consueta entusiasmante dimostrazione dei “cani guida” della scuola di Limbiate dei Lions, che ha attirato molte persone. Perfetta la regia di Marco D’Auria e bravissimi gli istruttori, che hanno presentato tre cani con diversi gradi di addestramento, da un cucciolo neofita a un cane guida praticamente pronto per essere consegnato a un non vedente.

Poco dopo mezzogiorno si è dato il via alla passeggiata gastronomica vera e propria con l’apertura dei banchi di distribuzione delle varie specialità. I possessori dei carnet pranzo hanno potuto così gustare i tanti ottimi cibi: un vero e proprio pasto, completo ed abbondante, dall’aperitivo al caffè. Partendo dalla centrale piazza San Giorgio e percorrendo poi tutta la passerella a lago fino ai giardini di piazza dell’Imbarcadero, si incontravano in successione i fornitissimi banchi viveri: dal ricco aperitivo ai gustosi salumi brianzoli, accompagnati dagli stuzzicanti sottaceti della Valtellina. Da un ottimo piatto di bocconcini di pesce di lago con patatine, preparati da un gruppo di signore e di soci della Pro Varenna, ad una squisita selezione di formaggi valsassinesi.

Quest’anno, in alternativa, si potevano poi gustare due piatti nuovi: uno legato alla tradizione degli Alpini, la classica polenta taragna, e uno, la pasta all’amatriciana, a ricordo del disastroso terremoto di due anni fa. Il tutto annaffiato da acqua minerale e da vino bianco e rosso. Le ultime golose tentazioni erano costituite dai dolci (torte e biscotti), offerti dalle signore del Club. Chiudeva il percorso il caffè corretto a piacere.

Sotto il portico finale della passerella a lago, a corollario della manifestazione (e delle entrate), era stato allestito un mercatino ricco di prodotti di vario genere offerti da tanti generosi sponsor e, anche qui, dalle signore del Club. Sono da ringraziare poi tutti gli altri sponsor che hanno dato prodotti e contributi. E non si può dimenticare la grande mole di lavoro svolta dai soci della Pro Varenna e dagli Alpini della locale Sezione ANA, che hanno predisposto i banchi di degustazione e trasportato “in posizione” viveri ed accessori, provvedendo anche alle operazioni di carico e scarico ed alla pulizia a fine manifestazione.

Il presidente del Riviera del Lario Antonio Molinari ha confermato che anche questa passeggiata consentirà la rinascita alla vista di un non vedente che, grazie al cane-guida, potrà muoversi autonomamente nelle sue attività quotidiane con l’utilizzo anche di tutti i mezzi di trasporto pubblici. Una manifestazione, per concludere, di grande valore non solo per l’importante somma raccolta, ma soprattutto per l’eccezionale visibilità data alle finalità del lionismo: gli abitanti dei paesi della sponda orientale del Lario ormai conoscono bene i Lions ed apprezzano e sostengono le attività che svolgono.