Varenna. Torniamo umani: un incontro con la Fraternità di Romena

18 Gennaio 2019 | Cultura, Lierna/Varenna

VARENNA – Per la prima volta nella provincia di Lecco, Varenna ospiterà l’incontro con don Luigi Verdi, fondatore e responsabile della Fraternità di Romena. La fraternità ha il suo cuore nell’antica pieve romanica di Romena, in Casentino, Toscana.

In una valle intrisa di spiritualità, la valle di Camaldoli e la Verna, Romena si propone come un possibile crocevia per tanti viandanti del nostro tempo. Così come per i pellegrini del Medio Evo, in marcia verso Roma, la pieve rappresentava un punto di riposo dove fermarsi per una notte, rifocillarsi e ripartire, così oggi la Fraternità vuol offrire un luogo di sosta ai viandanti di ogni dove.

Una sosta per ritrovarsi e riscoprire la bellezza della nostra unicità, una sosta per poi riprendere e proseguire il proprio personale cammino di crescita. “Oggi – spiega don Luigi – non abbiamo tanto bisogno né di teorie, né di ideologie, ma di silenzio, di una pausa, di un tempo per riallacciare i rapporti con la nostra autenticità. Ed è questo ciò che proviamo a offrire a Romena”.

Ogni anno don Luigi gira l’Italia per portare i temi e le atmosfere di Romena e martedì 22 gennaio alle 21 farà tappa anche alla chiesa parrocchiale di S. Giorgio. Il tema individuato per il percorso del 2019 è Torniamo umani. La serata è un’occasione per guardarsi dentro, esplorare il nostro modo di vivere, e misurare la distanza dalla sua radice più profonda.

E riconoscere così il bisogno di respirare, di ritrovarsi, di riconoscersi nell’altro, di riabbracciare gli uomini e la vita, per imparare a non smarrire la bussola dell’umanità in questo tempo nel quale il valore di ogni essere umano, la sua assoluta unicità sono spesso messi a repentaglio, scalfiti, calpestati.