MANDELLO DEL LARIO – Azzerato il Consiglio di amministrazione della Gilardoni Raggi X. Come scrive Il Giorno ai vertici dell’azienda non c’è più Cristina Gilardoni, ma è stato nominato un amministratore giudiziario nella persona del figlio, Marco Taccani.

Lo ha deciso il Tribunale di Milano che, nella causa civile intentata dal socio di minoranza Andrea Ascani Orsini nei confronti della zia, accusata di “distruzione di valore”, ha dato ragione al nipote.

La sentenza risolve in parte la faida familiare tutta interna al Cda nella quale la presidente veniva accusata di una gestione dissennata dell’azienda, ma segna anche una svolta epocale nella storia dell’azienda di Mandello fondata da Arturo Gilardoni e al quale era succeduta la figlia Cristina.

Ripercussioni non solo sul fronte economico, ma anche su quello giudiziario, con la stessa Cristina Gilardoni e il direttore del personale Roberto Redaelli al centro di un’indagine della Squadra Mobile di Lecco per presunti maltrattamenti e soprusi nei confronti di alcuni dipendenti.

 

 

 

 

0Shares