Bellano. Approvato il bilancio 2017: 1 milione e mezzo di euro destinato al paese

11 Maggio 2018 | Bellano, Economia, Politica, Sport, Viabilità

BELLANO – Approvato nel paese lariano il rendiconto della gestione finanziaria per quanto riguardo l’anno 2017. “Siamo davvero soddisfatti di ciò che è stato messo in campo e ottenuto nel nostro primo anno completo di lavoro della nostra Amministrazione” racconta il vicesindaco e assessore al Bilancio del Comune di Bellano Thomas Denti.

La situazione finanziaria e legislativa è stata anche per il 2017 abbastanza complicata, con gli ennesimi consistenti tagli dei trasferimenti e i sempre più pressanti obblighi di adempimenti burocratici. Basti pensare che solo il 58 % dei 1.562.540 euro pagati dai cittadini per l’IMU restano al Comune e il resto alimenta il Fondo di solidarietà comunale per Comuni incapienti. Per far fronte alla situazione finanziaria e mettere in atto uno sviluppo importante, abbiamo destinato grande attenzione ed impegno alla ricerca di risorse extra comunali attraverso contributi, bandi e presentazioni di progetti ad enti sovra comunali. In un anno e mezzo di Amministrazione vediamo superato il milione e mezzo di euro destinati al nostro paese. Inoltre, la costituzione dell’Unione dei Comuni con Vendrogno ha portato altri 63mila euro di contributi e nel 2018 li stessi aumenteranno in modo consistente”.

Un grande aiuto è sicuramente arrivato dalle tante associazioni e persone che fanno volontariato con cui abbiamo condiviso la nostra attività – conclude Denti – e che hanno permesso di mettere in campo azioni ben calibrate e con risparmi economici importanti. La nuova gestione dell’Orrido, esempio principe, grazie alla cogestione con la Pro Bellano, ha garantito un risparmio di circa 120mila euro, che sarebbero stati i costi della concessione a privati come negli anni precedenti. Un risparmio che è stato e verrà investito in interventi nello stesso Orrido”.

Nel 2017 sono stati realizzati investimenti per 265mila euro. Grazie ai contributi ottenuti si sono quindi potuti compiere diversi interventi, dividendoli nei diversi ambiti che vanno dalla sistemazione e valorizzazione delle strutture Comunali, ai lavori nelle frazioni, al miglioramento della bellezza del paese e dei suoi luoghi, alle risposte ai piccoli bisogni della popolazione.

I più significativi riguardano: la sistemazione e l’abbattimento delle barriere architettoniche presso la Casa anziani, la messa in sicurezza del muro del cimitero, il posizionamento di molteplici nuovi punti luce nelle frazioni, il rifacimento di un tratto di mulattiera Pradello-Gora, il rifacimento della pista d’atletica della palestra, la realizzazione di un’adeguata cucina al Palasole e, nello stesso Palasole, le opere di correzione acustica, la realizzazione di adeguato impianto audio-video e luci e alcuni lavori sull’impianto fognario e sulle infiltrazioni, l’implementazione dell’impianto di illuminazione presso il Cinema, il restauro delle statue di Tommaso Grossi e Sigismondo Boldoni e di alcune lapidi commemorative, il rifacimento dell’impianto di illuminazione e la realizzazione di un impianto di videosorveglianza presso il Parco delle Rimembranze, gli interventi di manutenzione, dotazione informatica, acquisto di mobili, attrezzature e impianti per migliorare l’accoglienza e l’attività del Municipio, la manutenzione della vegetazione presente sulle pareti all’Orrido e diversi investimenti che ne hanno migliorato l’accoglienza e l’appetibilità, oltre a tanti altri piccoli interventi sia in centro paese che nella frazioni. Si sottolinea la collaborazione fattiva con RFI per cui è stato realizzato a loro spese il rifacimento della recinzione presso il parcheggio della stazione ferroviaria di Bellano e l’ampliamento del sistema di videosorveglianza esistente.

Nel settore turismo, cultura, sport e tempo libero sono stati impegnati in totale 73.440 euro, di cui 40mila di contributi ad associazioni per la loro attività a servizio del paese tra cui l’organizzazione di eventi, 17mila per le sole manifestazioni estive e 11mila per il funzionamento del nuovo Info point.

Nell’ambito dei servizi alla persona, per il 2017 l’Amministrazione Comunale ha garantito interventi rivolti ad anziani, persone disabili e fragili, minori e giovani, per una spesa complessiva da parte del Comune di euro 263.714 euro. Oltre alle cospicue somme relative a situazioni di disagio come collocamenti in comunità, assistenza domiciliare a favore di persone anziane e/o con disabilità, frequenza di soggetti disabili al Centro Diurno Disabili, sono state svolte attività specifiche per le diverse categorie sociali.A nche grazie alle sinergie nate dalla realizzazione dell’indagine conoscitiva sulla popolazione anziana e al successivo studio dei bisogni emersi, sono stati attivati nuovi interventi rivolti alla popolazione anziana. Si tratta di interventi mirati e personalizzati rispondenti ad un più ampio bisogno di sostegno in contrasto a solitudine ed isolamento.

A favore dei soggetti disabili, oltre alla frequenza al CDD, sono state sostenute le borse sociali lavoro attive, l’adesione alla Comunità Montana per la frequenza a percorsi formativi e socio-occupazionali di soggetti disabili. Inoltre è stata assicurata la consulenza per la richiesta ed attivazione di interventi specialistici a favore di persone con gravi disabilità, accedendo ad appositi fondi messi a disposizione dalla Regione Lombardia.

Rispetto all’ambito dei minori in situazione di svantaggio socio/familiare l’impegno, oltre alla quota di solidarietà alla Comunità Montana della Valsassina per la gestione associata del servizio tutela minori, ha visto la realizzazione del progetto educativo Pac Man, l’iniziativa educativa-ricreativa estiva rivolta ai minori dai 6 agli 11 anni e di una proposta educativa/ricreativa rivolta anche ai bambini della scuola dell’infanzia durante tutto il mese di luglio a tempo pieno.

Per ciò che riguarda l’Istruzione si registra un’uscita di 240.806 euro e un’entrata pari a 68.163 euro (contributo famiglie per scuolabus e mensa), per cui la spesa effettiva a carico del Comune è stata di 172.642 euro. In particolare le risorse sono state così distribuite: 87.400 euro per la Scuola dell’Infanzia; 49.188 euro per l’Istituto Comprensivo Statale Mons. L. Vitali; 28.107 euro per il servizio di trasporto scolastico; 76.109 euro per il servizio di refezione scolastica.

Non sono stati aumentati i costi per le famiglie sia per le spese inerenti il costo dell’abbonamento allo scuolabus/auto-pubblica, sia per il costo del buono pasto nonché per la retta di iscrizione e di frequenza dei bambini frequentanti sia la scuola dell’Infanzia sia la sezione primavera. In collaborazione con gli istituti sono stati messi in atto progetti educativi in diversi ambiti, culturale, ambiente, sociale.