Colico. “In bocca al luppolo”, successo nonostante le restrizioni

10 Agosto 2020 | Alto Lario/Colico, Colico, Eventi

COLICO – L’appuntamento ormai fisso per gli amanti della birra non si smentisce neanche quest’anno. Certo, la fortuna non è mai stata dalla parte degli organizzatori: l’anno scorso nonostante il cattivo tempo l’affluenza è stata soddisfacente, ma quest’anno è andata molto bene nonostante le restrizioni per la pandemia.

L’organizzazione è stata positiva, contingentando gli ingressi e misurando a tutti la temperatura all’entrata.

Il personale ha garantito la continua disinfezione dei tanti tavoli posti lungo tutto il Palalegnone. Cinque i birrifici artigianali che han deciso di prender parte alla manifestazione, la maggior parte delle zona.

“Rispetto all’anno scorso non c’è stata calca – commenta Davide Cerasi proprietario della Birreria Legnone, che a Colico gioca in casa – e secondo me è andata molto meglio – risultando tutto più ordinato e pulito, molto più adatto anche alle famiglie”

Entrambe le serate son state accompagnate da ottima musica.

Domenica sera si sono esibiti Teo e le veline grasse, che hanno fatto ballare e cantare tutti, mantenendo comunque le distanze, riadattando le basi internazionali con le più famose canzoni italiane.

Presente all’evento anche l’assessore regionale al Turismo Lara Magoni. “Mi complemento con l’amministrazione e con gli organizzatori per aver messo tanta passione in questa festa, lavorando con cuore è responsabilità” ha commentato.

M. R.