Bellano. A lezione nel giardino della maestra. La storia di Claudia

22 Luglio 2020 | Bellano, Cultura

BELLANO – La didattica a distanza, che ha coinvolto gli studenti di ogni genere ed età nel periodo del lockdown, ha permesso di apprendere attraverso uno schermo, ma ha impedito il contatto con i compagni di classe e gli insegnanti.

Per questo motivo, la dottoressa Claudia Ferraroli, pedagogista clinica che nell’anno scolastico appena trascorso ha prestato servizio come insegnante alla scuola primaria di Bellano, ha deciso di ristabilire i contatti con i propri alunni nella sua abitazione.

La protagonista, a titolo gratuito, con il supporto del Comune di Bellano e rispettando le normative anti-Covid, riceve quotidianamente gruppi di 6/7 bambini per un totale di 25 iscritti.

“In molti mi hanno sostenuto nel progetto didattico in questione – spiega la maestra Claudia -. Mamme, bambini, esperti di giochi psicologici, insegnanti e anche amici autori che, con il sostegno delle case editrici che li pubblicano, inviano materiali meravigliosi che rendono l’avventura dell’imparare ancora più divertente e coinvolgente“.

Una cosa interessante, inventata dalla stessa dottoressa, è la ‘doccia della creatività‘: “i bambini, dopo aver sanificato le mani e aver misurato la temperatura, entrano nella doccia della creatività: un cerchio in metallo appeso ad un ramo, da cui penzolano nastri colorati. Un modo divertente per sdrammatizzare il processo di sanificazione”.

I.B.