Bellano. ‘Carabiniere gigolo’? Indagine, si valuta trasferimento

3 Dicembre 2020 | Bellano

BELLANO – Direttamente dal comando provinciale dei carabinieri di Lecco giunge una nota in merito alla vicenda che ha interessato in questi giorni il paese di Bellano. Alcune scritte apparse sui muri del borgo avrebbero gettato dubbi sulla condotta di un militare e, sebbene prontamente ripulite dall’amministrazione, sono state sufficienti a scoperchiare il vaso.

Ecco la posizione dell’Arma:

In relazione alla vicenda che ha interessato il Comandante della Stazione di Bellano, ripresa da alcuni organi di stampa, si rappresenta che i fatti sono al vaglio della competente autorità giudiziaria e che l’Arma dei carabinieri ha immediatamente avviato una autonoma inchiesta per stabilire i contorni della vicenda e valutare la sussistenza o meno dei requisiti per la permanenza del militare nell’attuale incarico.

LEGGI ANCHE

Bellano. Tutti ne parlano: “Giù le mani dalle mogli degli altri…”

Bellano. Subito “ripulite” le due scritte sulle corna (e non solo)