DERVIO – Un sessantenne di Dervio, in quarantena a causa del Covid, era stato “beccato” fuori casa dai Carabinieri ad aprile dello scorso anno.

Oggi per l’uomo, L. C. di origine rumena, è iniziato il processo al tribunale di corso promessi Sposi – avendo violato il Dpcm del marzo 2020 che richiama il Regio Decreto del 1934 sulle pandemie. Si tratta di uno dei primi casi del genere in tutto il Lecchese, l’imputato rischia da sei mesi a un anno di pena.

L’udienza avanti il giudice Chiara Arrighi è stata aggiornata al prossimo mese di ottobre, quando ci sara il rito abbreviato – concordato con la difesa dell’uomo – con la sentenza.

RedGiu

0Shares